Go to Top

Acqua potabile in condominio

Acqua, aumento retroattivo delle tariffe idriche dal 1 gennaio 2018

L’ acqua è un bene pubblico L’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ha autorizzato l’ aumento retroattivo delle tariffe idriche, in relazione ai consumi dell’ acquedotto. Il punto di partenza per cui scatteranno gli aumenti delle nuove tariffe è stato fissato al 1° gennaio 2018. A darne notizia è Il Sole 24 Ore nella sua edizione cartacea, notizia ripresa online poi dal portale La Legge per Tutti. …Leggi tutto

Impianto fognario, la spesa ripartita in base ai millesimi

Impianto fognario, la spesa ripartita in base ai millesimi In caso di rottura obbligatorio per i condomini contribuire al rifacimento L’approfondimento di questa settimana è dedicato alle fognature e alla relativa disciplina. Quando si parla di fognatura condominiale si intende l’insieme di opere e strutture destinate alla raccolta delle acque chiare piovane e delle acque derivanti dai servizi igienici dei vari appartamenti che compongono un fabbricato condominiale. La rete fognaria …Leggi tutto

Obbligo installazione contatori acqua di ripartizione nei condomini

Il D.P.C.M. 4 marzo 1996 – Disposizioni in materia di risorse idriche (In GU 14 marzo 1996, n. 62, S.O.) impone l’obbligo, ad ogni singola unità abitativa, di installare dei contatori di ripartizione del consumo dell’acqua. *La legge n° 36 del 5 Gennaio 1994 è stata abrogata e superata con D.L. n° 152 del 3 Aprile 2006 dove si rafforza quanto detto, allargando tale obbligo anche alle attività produttive e …Leggi tutto

Come ripartire l’acqua in condominio

Il problema della ripartizione delle spese dell’acqua potabile all’interno di un condominio è annoso e spesso genera dissidi e contrasti tra i proprietari in sede di approvazione del consuntivo Il problema della ripartizione delle spese dell’acqua potabile all’interno di un condominio è annoso e spesso genera dissidi e contrasti tra i proprietari in sede di approvazione del consuntivo. Molti amministratori, dal canto loro, non sempre agevolano la soluzione del problema, …Leggi tutto

Condominio: l’acqua si paga in millesimi

Condominio: l’acqua si paga in millesimi È illegittima – perché contraria alle norme dettate in materia di ripartizione delle spese per acqua e ascensore (articolo 1124 del Codice civile) – la deliberazione assembleare che pone un maggior onere contributivo a carico delle unità immobiliari abitate da più persone. In pratica è irrilevante il numero di persone che occupano l’appartamento, in quanto solo una previsione regolamentare (contrattuale) può imporre un criterio …Leggi tutto

Ripartizione spese dell’ acqua

Ripartizione spese dell’ acquaRipartizione delle spese per il consumo d’acqua, via i criteri fantasiosi, la spesa va suddivisa per consumi o in base ai millesimi Avv. Alessandro Gallucci scrive… In un condominio l’assemblea decideva una particolare modalità di ripartizione delle spese per il servizio di erogazione dell’acqua potabile.In breve: le spese per l’acqua potabile erano suddivise in proporzione al numero degli occupanti delle unità immobiliari, con esonero di quelle risultanti, …Leggi tutto

Rottura dell’impianto fognario

Rottura dell’impianto fognarioIntasamento, rigurgito della rete fognaria e fuoriuscita di acque putride. L’importante è scoprire la cause. Avv. Leonarda Colucci scrive… Il fatto. Una società proprietaria di un negozio di mobili e complementi di arredo cita in giudizio l’Acquedotto pugliese (gestore della rete idrica) chiedendo il risarcimento dei danni subiti a causa dell’allagamento di acque putride che hanno invaso i locali dove erano stipati beni di proprietà dell’attrice. L’Acquedotto pugliese …Leggi tutto

Proprietà degli impianti per l’ acqua

Ai sensi dell’art. 1117 c.c., gli impianti per l’acqua, per il gas e per l’energia elettrica sono oggetto di proprietà comune fino al loro punto di diramazione ai locali di proprietà esclusiva dei singoli condòmini. Al fine di stabilire la proprietà delle condutture e delle tubazioni che si diramano attraverso l’edificio, più che alla collocazione fisica delle stesse bisogna aver riguardo alla funzione che esse svolgono ed al servizio che …Leggi tutto

Autoclave

Autoclave All’ amministratore di condomìnio è assegnata la responsabilità della gestione di alcuni impianti interni, che possono costituire fattori di rischio in relazione al Dlgs 31/2001, e cioè gli impianti di rilancio (autoclavi) per sollevare l’ acqua ai piani più alti dei condomìni, ed eventuali impianti di trattamento domestico condominiali: filtri, addolcitori o altro. Le autoclavi condominiali sono abbastanza frequenti nelle città e interessano il 5-10% delle utenze. Il Dpcm …Leggi tutto

Acqua potabile, opportuni controlli

Acqua potabile, opportuni controlli La normativa nazionale non prevede in modo esplicito alcun obbligo per l’ amministratore di effettuare controlli di laboratorio, al fine di certificare il rispetto dei valori di parametro al punto di utilizzo. Lo stesso principio è espresso nel decreto della Giunta regionale del Veneto (Dge 4080 del 22 dicembre 2004), emanato ai sensi dell’ articolo 12, comma g) del Dlgs 31/2001 dove, al paragrafo 11, si …Leggi tutto

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi