Go to Top

La Community AziendaCondominio

CHI SIAMO

La Community AziendaCondominio offre consulenza condominiale.

"E' in gioco l' interesse tuo quando brucia il muro del vicino!" (Orazio, Epistole, I)

La Community AziendaCondominio  è un autorevole alleato nella conduzione del condominio; un punto di riferimento e una fonte di informazioni precisa ed attendibile. ...leggi tutto.


I SERVIZI

Amministrazione di condominio

Amministrazione di condominio

Note tecniche.

Leggi tutto
Formazione per condòmini e consiglieri.

Formazione per condòmini e consiglieri.

I professionisti dello staff AziendaCondominio partecipano volentieri ad incontri organizzati per approfondire i temi di interesse condominiale.

Leggi tutto
Rendiconto condominiale, la revisione annuale del rendiconto.

Rendiconto condominiale, la revisione annuale del rendiconto.

Controllo della bozza di rendiconto da approvare e dei documenti prima dell'assemblea, con rilascio del documento di giudizio sulla verifica, a garanzia della qualità del servizio svolto dall' amministratore di condominio in carica.

Leggi tutto
Nomina del revisore per la verifica della contabilità del condominio.

Nomina del revisore per la verifica della contabilità del condominio.

L' assemblea condominiale può nominare un revisore che verifichi la contabilità del condominio.

Leggi tutto

ULTIME NOTIZIE

Distacco da impianto centralizzato – determinazione della quota di contribuzione

Distacco da impianto di riscaldamento

E ‘ noto che la procedura di distacco da impianto centralizzato è regolata dall’ art. 1118 del codice civile, che in merito recita, tra l ‘ altro, quanto segue:

“Il condomino non può sottrarsi all’obbligo di contribuire alle spese per la conservazione delle parti comuni, neanche modificando la destinazione d’uso della propria unità immobiliare, salvo quanto disposto da leggi speciali.”

Il punto della questione è il seguente: Quali sono le spese di conservazione delle parti comuni?

Fino ad oggi, infatti, era stabilito che le spese di conservazione erano quelle che gravano su tutti i condòmini proprietari , mentre quelle di esercizio erano a carico dei soli proprietari che beneficiano del servizio e nella misura in cui ne beneficiano, sicché ne sarebbero esentati i rinunzianti.

Pertanto, nel caso di rinuncia dell’impianto di riscaldamento, i condòmini rinunzianti, continuerebbero a contribuire alle sole spese di conservazione, non venendo meno la comproprietà, ma non sarebbero tenuti a pagare le spese manutenzione dell’

Leggi tutto

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi