Go to Top

Amministratore di condominio

Conferma amministratore condominio

Conferma amministratore di condominio La conferma dell’ amministratore di condominio è prevista dall’ art. 1135 del codice civile, che, tra l’ altro, dispone quanto segue: Oltre a quanto è stabilito dagli articoli precedenti, l’assemblea dei condomini provvede alla conferma dell’amministratore e all’eventuale sua retribuzione. Chi scrive ritiene che la conferma dell’ amministratore sia una questione diversa dalla nomina e la revoca dell’ amministratore. Infatti, l’ art. 1129 c.c., a riguardo …Leggi tutto

Rimborsi chilometrici dell’ amministratore di condominio

Rimborsi chilometrici amministratori condominio I rimborsi chilometrici degli amministratori di condominio sono una voce di costo, poichè il lavoro dell’ amministratore di condominio prevede di svolgere dei sopralluoghi frequentemente. Ciò in quanto vi è l’ esigenza di essere consapevole dei problemi da risolvere per conto delle comunità residenziali amministrate. Pertanto l’ amministratore sopporta delle spese di viaggio che potrebbe essere utile quantificare al fine di poterle addebitare in capo ai …Leggi tutto

La specifica del compenso dell’ amministratore

L’ articolo 1129 del codice  civile, al terz’ ultimo comma dispone: L’amministratore, all’atto dell’accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l’importo dovuto a titolo di compenso per l’attività svolta. A mio giudizio questo articolo è fortemente connesso con l’ art. 1135 del codice civile che al secondo comma dispone: L’ assemblea dei condòmini provvede all’approvazione del preventivo delle spese occorrenti durante …Leggi tutto

Fattura elettronica, esonerati amministratori minimi o forfettari

L’ultimo periodo del comma 3 D.Lgs 127/2015 , precisa: “Sono esonerati dalle predette disposizioni (…emissione della fattura elettronica), i soggetti passivi che rientrano nel cosiddetto “regime di vantaggio”. Il regime di vantaggio comprende i contribuenti compresi all’articolo 27, commi 1 e 2, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111. Inoltre i contribuenti che applicano il regime forfettario di cui all’articolo 1, commi da …Leggi tutto

Specifica analitica del compenso dell’ amministratore di condominio

L’ art. 1129 del Codice Civile, al terz’ ultimo comma dispone: “L’amministratore, all’atto dell’accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l’importo dovuto a titolo di compenso per l’attività svolta”. Il codice civile non specifica come questo documento deve essere redatto, ne’ se questo documento deve essere approvato dall’ assemblea. Chi scrive ritiene che la specifica analitica del compenso deve essere approvata …Leggi tutto

Registro degli amministratori di condominio

Il registro degli amministratori di condominio potrebbe presto diventare un appendice importante dell’ art. 71 bis. disp. att. del codice civile. Oggi, infatti, ho letto una notizia che potrebbe avere dei risvolti notevoli per il mercato che regola l’ attività degli amministratori di condominio. Presto il registro degli amministratori di condominio Potrebbe essere istituito entro breve termine un registro (non un albo) dove tutti coloro che svolgono l’ attività di …Leggi tutto

Eccesso di potere in condominio

L’ eccesso di potere è un vizio di legittimità tipico dell’ atto amministrativo. Si concretizza quando un organo della Pubblica amministrazione esercita il potere in modo scorretto e soprattutto in mala fede. Ad esempio, si tratta di eccesso di potere nel caso in cui un Governo decida di sciogliere un consiglio comunale adducendo reiterate violazioni di legge, ma in realtà agisce per motivi prettamente politici. Pertanto, a stretto rigore, l’eccesso …Leggi tutto

Rinnovo tacito amministratore condominio

Rinnovo tacito amministratore condominio, in merito, prima della recente riforma realizzata con L. 220/2012 si riteneva che l’accettazione dell’ incarico di amministratore potesse essere espressa oppure tacita. In particolare l’ accettazione tacita si realizzava quando l’amministratore nominato cominciava la gestione del condominio e riceveva dal precedente amministratore la contabilità. Il nuovo articolo 1129 esclude espressamente l’ accettazione tacita A seguito della riforma, invece, il nuovo articolo 1129, quattordicesimo comma, c.c., …Leggi tutto

Diritto al compenso dopo la revoca dell’ amministratore di condominio

La revoca dell’ amministratore di condominio può essere deliberata in ogni tempo dall’ assemblea, con la maggioranza prevista per la sua nomina oppure con le modalità previste dal regolamento di condominio. Può anche essere disposta dall’ autorità giudiziaria su ricorso di ciascun condòmino. Questo è il caso previsto dal quarto comma dell’ articolo 1131, se l’ amministratore non rende il conto della gestione, ovvero in caso di gravi irregolarità. Nei …Leggi tutto

Compenso dell’amministratore di condominio – Specifica e approvazione

L’ art. 1129 del codice civile, al terz’ ultimo comma, dispone testualmente: L’amministratore, all’atto dell’accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l’importo dovuto a titolo di compenso per l’attività svolta. Questa disposizione, dal 18 giugno 2013, è obbligatoria per tutti gli amministratori di condominio. Non esiste un tariffario al quale fare riferimento per determinare il compenso dell’amministratore di condominio né …Leggi tutto