Go to Top

Art. 1123 – Ripartizione delle spese

I locali commerciali partecipano alle spese di condominio?

Quesito… In un condominio – composto da appartamenti e locali commerciali/artigianali, sottostanti ai primi – a ultimazione dei lavori di costruzione dello stabile fu elaborata la tabella millesimale senza includere i locali commerciali. I condòmini proprietari degli appartamenti non si sono mai opposti a tale situazione, ma, adesso che occorre effettuare lavori di ingente importo per lastrico solare, terrazzi condominiali e androne, occorre che alle spese partecipino tutti i proprietari. …Leggi tutto

Condominio: chi paga le spese postali per i solleciti di pagamento

Condominio: chi paga le spese postali per solleciti di pagamento Le spese postali per inviare solleciti di pagamento ai condòmini morosi sono “spese di amministrazione” sostenute nell’interesse di tutti i proprietari. Pertanto, tali spese non possono essere addebitate dall’amministratore ai condòmini morosi, salvo che ciò non sia previsto nel regolamento condominiale contrattuale (quello cioè approvato da tutti i condomini all’atto dell’acquisto dell’immobile) o deliberato all’unanimità dai condòmini stessi. Pertanto, questi …Leggi tutto

Illegittimi gli addebiti personali

Da Il Sole 24 Ore – Quotidiano Condominio del 13 ottobre 2015 di Maria Chiara Voci e Silvio Rezzonico Stop all’attribuzione al singolo condomino delle spese personali, quali l’addebito di interessi moratori non previsti nel regolamento, maggiori spese idriche causate da un guasto imprevisto dell’impianto condominiale o il pagamento delle spese postali relative ai solleciti di pagamento inviati dall’amministratore ai condòmini morosi. È quanto afferma il Tribunale di Milano con …Leggi tutto

Come si ripartiscono le spese in condominio

Come si ripartiscono le spese in condominio Come si ripartiscono le spese del condominio tra i vari condomini? Esistono tre diversi tipi di criteri da applicare in relazione al tipo di spesa e, soprattutto, al servizio che ha determinato detta spesa. Vediamoli singolarmente. RIPARTIZIONE PER MILLESIMI La regola generale per la ripartizione delle spese in condominio è quella della divisione secondo “millesimi”, ossia in misura proporzionale al valore della proprietà …Leggi tutto

Ripartizione delle spese per la riparazione dei lucernari

Avv. Alessandro Gallucci scrive… Il lucernario, dice il vocabolario della lingua italiana è quella “struttura di copertura con superfici munite di vetrate fisse o anche (almeno in parte) apribili, allo scopo di dare luce e aria agli ambienti sottostanti” rappresentanti solitamente da scale e soffitte (Fonte Dizionario Treccani voce Lucernario). Il codice civile, nelle norme dedicate al condominio negli edifici, non fa alcuna menzione del lucernario. Sappiamo che la norma …Leggi tutto

Ripartizione spese condominiali per facta concludentia

Ripartizione delle spese condominiali per facta concludentiaIn tema di ripartizione delle spese condominiali, la giurisprudenza considera lecita l’utilizzazione di un criterio di riparto approvato per facta concludentia. Avv. Alessandro Gallucci scrive… Ciascun proprietario di un’unità immobiliare ubicata in un edificio in condominio è obbligato a pagare le spese condominiali per il sol fatto d’essere titolare di quel cespite. Questo principio di carattere generale – che è poi graduato rispetto alla …Leggi tutto

Parti comuni del condominio: la ripartizione delle spese

Parti comuni del condominio: la ripartizione delle spese Avv. Assunta Panala scrive… Nell’ambito di un condominio, può sorgere la necessità di procedere a lavori di ristrutturazione o manutenzione di parti comuni. E, quando ciò accade, i dubbi più ricorrenti fra i condomini riguardano i criteri di ripartizione delle spese. Ebbene, va precisato che, ai sensi dell’art. 1117 c.c., così sostituito dall’art. 1, legge 11 dicembre 2012, n. 220 (riforma del …Leggi tutto

Ripartizione errata delle spese condominiali

ERRATA DELLE SPESE CONDOMINIALI: ATTENZIONE AI TEMPI D’IMPUGNAZIONE Avv. Alessandro Gallucci scrive… In tema di condominio negli edifici, al fine di valutare il vizio da cui è affetta la deliberazione assembleare di approvazione delle spese e dei relativi piani di riparto e di conseguenza i tempi per l’impugnazione, è necessario distinguere tra utilizzazione di un criterio errato e delibera di deroga ai criteri legali. La differenza, infatti, incide (e non …Leggi tutto

Criterio previsto dalla legge o dalla convenzione?

Criterio previsto dalla legge o dalla convenzione? In materia di condominio é valida la disposizione del regolamento condominiale, di natura contrattuale, secondo cui le spese generali di manutenzione delle parti comuni dell’edificio vanno ripartite in quote uguali tra i condomini, giacché il diverso e legale criterio di ripartizione di dette spese in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascun condominio (art. 1123 c.c.) è liberamente derogabile per convenzione (quale …Leggi tutto

Sì alla divisione in parti uguali delle spese comuni

Sì alla divisione in parti uguali delle spese comuniCorte di cassazione – Sezione VI civile – Ordinanza 7 ottobre 2013 n. 22824 Legittimo il regolamento condominiale che divide in parti uguali la spesa relativa alle parti comuni. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 22824/2013. Secondo i giudici, infatti, “il criterio legale di ripartizione delle spese condominiali, prescritto dal combinato disposto degli artt. 1123 c.c. e 68 …Leggi tutto

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi