Go to Top

Registro di contabilità condominiale

Registro di contabilità condominiale

L’ articolo 1130 del codice civile, al punto 7, tra l’ altro dispone che
“nel registro di contabilità condominiale sono annotati in ordine cronologico, entro trenta giorni da quello dell’effettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Tale registro può tenersi anche con modalità informatizzate”.

Il registro di contabilità condominiale è uno strumento a garanzia del condominio, ma soprattutto dell’ amministratore.

Infatti, l’ annotazione in ordine cronologico dei singoli movimenti in entrata e in uscita rende dimostrabile in modo relativamente semplice la quadratura tra i saldi contabili iniziali e i saldi contabili finali.

In particolare, è semplice il controllo del registro della contabilità condominiale con l’ estratto di conto corrente bancario del condominio, poichè l’ amministratore è soggetto all’ art. 1129 del codice civile che al sesto comma dispone:
“L’ amministratore è obbligato a far transitare le somme ricevute a qualunque titolo dai condomini o da terzi, nonchè quelle a qualsiasi titolo erogate per conto del condominio, su uno specifico conto corrente postale o bancario, intestato al condominio”.

A seguito di quanto disposto dall’ art. 1130 del codice civile al punto 7, e dall’ art. 1129 al sesto comma, tutti i movimenti di entrata ed uscita esposti nell’ estratto conto corrente dovranno trovare corrispondenza anche nel registro di contabilità condominiale.

I movimenti residui saranno quelli inerenti la piccola cassa, che non sono stati previsti dal legislatore, ma che fanno parte della realtà condominiale; in altre parole non è possibile far transitare proprio “tutte le somme erogate per conto del condominio su uno specifico conto corrente”, ma è senz’ altro obbligatorio far transitare tutte le somme significative.

A giudizio di chi scrive non è necessario, e non è neanche obbligatorio condividere il registro di contabilità con tutti i condòmini.

E’ invece opportuno e conveniente far asseverare il controllo del registro di contabilità dai consiglieri o dal revisore nominato dal condominio, ed allegare l’ asseverazione ai documenti contenuti nella bozza del fascicolo del rendiconto da approvare in assemblea.

Ricordo che i documenti obbligatori da allegare alla bozza del fascicolo di rendiconto da approvare in assemblea sono i seguenti:


1) Riepilogo finanziario ex art. 1130 bis C.C.
2) Nota sintetica esplicativa della gestione ex art. 1130 bis. C.C.
3) Conto delle voci di uscita dell’ esercizio (…o Conto della gestione), con conto della ripartizione e calcolo del residuo ex art. 1135 C.C. punto 3)
4) Preventivo delle spese occorrenti durante l’ anno, e alla relativa ripartizione tra i condòmini ex art. 1135 C.C. punto 2)
5) Dichiarazione contestuale all’ accettazione dell’ incarico ex art. 1129 C.C. II comma
6) Specifica analitica del compenso dell’ amministratore ex art. 1129 C.C. terz’ ultimo comma

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi