Go to Top

Art. 1129. – Nomina, revoca ed obblighi dell’amministratore

Targa dell’amministratore in condominio

Targa dell’ amministratore L’ articolo 1129 del codice civile, al quarto comma, dispone quanto segue: “Sul luogo di accesso al condominio o di maggior uso comune, accessibile anche ai terzi, è affissa l’ indicazione delle generalità, del domicilio e dei recapiti, anche telefonici, dell’ amministratore. In mancanza dell’ amministratore, sul luogo di accesso al condominio o di maggior uso comune, accessibile anche ai terzi, è affissa l’ indicazione delle generalità …Leggi tutto

Specifica del compenso, se manca è nulla la conferma dell’ amministratore

La specifica del compenso è istituita dall’ art. 1129 C.C. L’ art. 1129 terz’ ultimo comma (Specifica analitica del compenso), recita: “L’ amministratore, all’ atto dell’accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l’importo dovuto a titolo di compenso per l’attività svolta”. Questa norma sta iniziando a cambiare la natura del rapporto contrattuale che nasce con la delibera di assemblea che …Leggi tutto

Il mandato dell’amministratore si proroga tacitamente se non interviene la revoca

In assenza di irregolarità (previste dall’art. 1129 c.c.) e dell’eventuale delibera di revoca, la nomina dell’amministratore in carica da un anno è prorogabile tacitamente per un altro anno. Lo ha affermato il Tribunale di Milano col decreto 2486/15. Il caso Il ricorrente chiedeva la revoca dell’Amministratore di condominio, contestando inadempimenti e violazioni da parte dello stesso. Il Collegio ha ritenuto insussistenti le irregolarità (previste dall’art. 1129 c.c.) per la revoca …Leggi tutto

L’ amministratore di condominio dura due anni

L’ amministratore dura in carica due anni salvo disdetta dell’assemblea. Per il Tribunale di Milano (ordinanza del 7 ottobre 2015, firmata dal presidente della XIII Sezione, Marco Manunta) «deve ritenersi corrispondere alla nuova disciplina del condominio l’omesso inserimento dell’argomento “nomina dell’amministratore” nell’ordine del giorno dell’assemblea da celebrare al compimento del primo anno di durata dell’incarico». L’ordinanza fornisce finalmente una soluzione che considera decisamente come il dato normativo sia mutato con …Leggi tutto

Come calcolare il numero dei condòmini?

Avv. Alessandro Gallucci scrive… Qual è il modo esatto per calcolare il numero dei condòmini, cioè delle persone che partecipano alla compagine? Se una persona è proprietaria di più unità immobiliari, conterà come un solo condomino o per tanti condòmini quante sono gli appartamenti di sua proprietà? E se un appartamento è in comunione tra più persone (ipotesi più ricorrente quella della comunione tra i coniugi), essi dovranno essere considerati …Leggi tutto

Nomina di un nuovo amministratore di condominio senza revoca del precedente, è possibile?

Nomina di un nuovo amministratore di condominio senza revoca del precedente, è possibile? Avv. Alessandro Gallucci scrive… L’ amministratore in carica fino alla nuova nomina deve considerarsi revocato e quindi passare i documenti al suo successore. Spieghiamo perché. La revoca dell’amministratore, recita l’art. 1129, undicesimo comma, c.c. può essere sempre disposta dall’assemblea e, l’articolo 1136 c.c. chiarisce per deliberarla è necessario il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti e almeno …Leggi tutto

Nomina, revoca ed obblighi dell’amministratore

L’amministratore di condominio. L’analisi dei requisiti per la nomina e la revoca. Sono possibili le dimissioni? I rischi delle “anticipazioni” economiche effettuate dall’amministratore personalmente. Avv. Paolo Accoti scrive… La materia condominiale è stata oggetto di profonda riforma dalla Legge 11 dicembre 2012 n. 220, entrata in vigore il 18 giugno 2013, che ha modificato il capo del codice civile dedicato al condominio negli edifici (artt. 1117 e ss.). Le modifiche …Leggi tutto

Amministratore A fine mandato si resta in carica

Amministratore A fine mandato si resta in carica La «sede vacante» in condominio è sempre un problema. In realtà non che l’amministratore dimissonario o revocato scompaia , perché, anche se cessato dall’incarico è tenuto «(…) ad eseguire le attività urgenti al fine di evitare pregiudizi agli interessi comuni senza diritto ad ulteriori compensi» (articolo 1129, comma 8 cdel Codice civile). Tale norma, cambiata dalla legge 220/2012, si applica in tutti …Leggi tutto

Amministratore di fatto del condominio

Amministratore di fatto del condominio Con tre recenti sentenze la Cassazione è intervenuta a chiarire alcuni importanti aspetti in tema di nomina e revoca dell’amministratore di condominio. Ecco una rapida rassegna di tali interessanti decisioni. Nomina orale Un condominio può nominare il proprio amministratore anche attraverso comportamenti concludenti, e cioè senza che ci sia necessariamente bisogno di un atto scritto di investitura formale. Insomma, la nomina può essere anche orale. …Leggi tutto

Che cosa succede in caso di morte dell’amministratore di condominio

Che cosa succede se muore l’amministratore di condominio? Il fatto, come ogni cosa della vita, può accadere e ha dei riflessi sui rapporti giuridici che coinvolgono la persona deceduta e, chiaramente, anche la moltitudine di condòmini amministrati. Per costante insegnamento dottrinario e giurisprudenziale e dopo l’entrata in vigore della riforma del condominio anche per espressa lettera della legge (cfr. art. 1129, quattordicesimo comma, c.c.), ai rapporti tra amministratore e condomini …Leggi tutto

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi