Go to Top

Trichet "vede" la ripresa! (Ha una buona vista?)

Trichet al G-10: si avvicina
il momento della ripresa

Cari amici,

Oggi sul sole 24 ore leggo che il presidente della Bce ha detto che “si avvicina il momento della ripresa”.

Mi chiedo quando si verificherà questo “momento”.

Lo stesso articolo riferisce che “si osserva ancora un rallentamento dell’economia con un livello di incertezza che rimane alto» e che rafforza «la mancanza di fiducia» esistente”.

L’ insieme di queste notizie mi porta a credere che si voglia “vedere” il futuro rosa a tutti i costi!

Io per natura sono ottimista, ma la situazione non mi sembra ottimistica.

La situazione, dal mio punto di vista, è la seguente:

I mercati finanziari mondiali non ritorneranno a “drogare” l’ economia con fiumi di denaro “inventato” con la cosiddetta “finanza strutturata”.

Per questa ragione, il tempo del denaro facile è finito!

E’ necessario un incontro mondiale che stabilisca nuove regole internazionali che risolvano politicamente la gravissima crisi finanziaria dello stato americano, prima che gli equilibri finanziari mondiali si rompano, innescando delle ripercussioni economiche incontrollabili.

Spero che Trichet sappia “vedere” la situazione in tutta la sua gravità, e che non abbia remore a raccontarla!

Il sole 24 ore

L’economia mondiale sta ancora rallentano ma si avvicina il «momento della ripresa». Lo ha detto il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, al termine della riunione dei governatori del Gruppo dei Dieci alla Bri di Basilea . «Stiamo vedendo alcuni elementi espansivi nell’economia mondiale» ha detto Trichet al termine dell’incontro di Basilea. Il presidente della Bce, parlando a nome del G-10, ha aggiunto che il «forte impegno delle autorità e dei governi» a non far fallire istituzioni che hanno un’importanza sistemica «non è stato ancora valutato appieno da parte dei mercati». Il banchiere centrale ha quindi ricordato come ci siano stime condivise di una crescita mondiale vicina allo zero quest’anno con un andamento negativo per i Paesi industrializzati, con «una progressiva ripresa nel 2010».

Si osserva ancora un rallentamento dell’economia con un livello di incertezza che rimane alto» e che rafforza «la mancanza di fiducia» esistente,ha affermato Trichet al termine della riunione dei governatori alla Bri di Basilea secondo cui comunque vi sono «alcuni elementi positivi» che sono «sottovalutati» come il calo delle materie prime e i piani di rilancio messi in campo dai governi.

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi