Go to Top

COSA CAMBIA CON IL DECRETO 26/06/2015 IN TEMA DI ATTESTATI DI PRESTAZIONE ENERGETICA E NON SOLO

Studio Prosperi di Bresso (Mi) scrive…

Pensando di far cosa gradita Vi aggiorniamo di seguito sulle novità intervenute con il Decreto Interministeriale del 26/06/2015 e lo scorso luglio con la DGR 3868 in materia di progettazione, relazioni e redazione degli Attestati di Prestazione Energetica (Ape).

Regione Lombardia ha approvato con Decreto le nuove “Disposizioni in merito alla disciplina per l’efficienza energetica degli edifici e per il relativo Attestato di Prestazione Energetica”, che attuano la DGR 17 luglio 2015 n. 3868, in recepimento dei Decreti interministeriali del 26 giugno 2015.

Il Decreto costituisce il testo unico in vigore per la Lombardia, che raccoglie le disposizioni in merito all’applicazione dei requisiti minimi di prestazione energetica per le diverse tipologie di intervento sugli edifici e sugli impianti, il metodo di calcolo e i requisiti dei professionisti abilitati alla certificazione energetica.

In sostanza dal 01/10/2015 p.v. il modello di certificazione energetica sarà unico per tutto il territorio Nazionale. Non sarà più possibile emettere Ape intestati al Condominio ma obbligatoriamente ai singoli proprietari (in realtà fino al 31/12/15 sarà comunque possibile utilizzare il vecchio modello Cened+ ed intestare le Ape al condominio per tutti i casi di lavori in corso al 01/10/2015 e fino al 31/12/2015 (cambio caldaia, adeguamento valvole ecc.. ecc..).

L’Ape cambia nella forma (saranno circa una decina di pagina) e nella sostanza. Le nuove classi energetiche saranno diverse rispetto a quelle oggi note e non saranno più funzione del consumo energetico espresso in kW/h. L’indice di prestazione energetica globale, espresso in energia primaria non rinnovabile, determinerà la classe energetica dell’edificio. Le classi energetiche passano da sette a dieci, dalla A4 (la migliore) alla G (la peggiore). È confermata la validità di 10 anni dell’APE.

Nell’APE dovranno, inoltre, essere indicate le proposte per migliorare l’efficienza energetica dell’edificio, distinguendo le ristrutturazioni importanti dagli interventi di riqualificazione energetica, e le informazioni su incentivi di carattere finanziario per realizzarli.

Gli Ape già emessi ed in corso di validità al 01/10/2015 non scadono e potranno continuare ad essere utilizzati a meno che non vengano a cambiare le condizioni del contesto edificio / impianto.

La direttiva “ErP” In tema di caldaie, pompe di calore (pdc), bollitori,collettori solari ecc.. prevede che dal 01/09/2015 le caldaie a camera stagna, fino a 35kW, non potranno più essere prodotte mentre potranno comunque essere smaltiti i quantitativi disponibili nei magazzini. Per le caldaie a camera aperta fino a 35kW la produzione potrà continuare.

Nasce l’etichettatura dei prodotti e dei sistemi termici. Ogni caldaia, pdc ecc.. dovrà essere etichettata per la vendita. L’etichetta rappresenta la classe energetica del prodotto (A; A++ ecc..). In caso d’installazione di sistemi (composti da più macchine), dovrà essere l’Installatore ad etichettare e proporre al Cliente sistemi certificati.

Restiamo a disposizione porgendo i migliori saluti.

Studio PROSPERI S.n.c.

Via XXV Aprile, 31
20091 Bresso (MI)
sito:

www.studioprosperi.eu

 

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi