Go to Top

Collasso del sistema monetario mondiale

Il mercato finanziario è diventato una grande bolla

Il mercato finanziario è diventato una grande bolla Ogni giorno una nuova prova a supporto della mia teoria. Ricordate cosa avvenne lo scorso mese di ottobre, quando i mercati cominciavano a essere nervosi per l’approssimarsi del "taper", ovvero la fine del terzo ciclo di Qe da parte della Fed? Successe che James B. Bullard, capo della Fed di St. Louis, spalancò le porte alla possibilità di un quarto round di …Leggi tutto

Un mare di liquidità ovunque che non serve a nulla

Un mare di liquidità ovunque che non serve a nulla Bene non sono passati neanche due mesi dall’analisi di fine anno e nel mondo, ovunque è in corso un’epocale esplosione deflattiva. Mentre gli altri negavano o vi nascondevano la Realtà, noi per sette anni vi abbiamo raccontato la storia, perchè l’evidenza empirica proponeva la “debt deflation” come unica destinazione finale per la crisi europea e mondiale, con un modello chiaro …Leggi tutto

RANNICCHIATEVI E COPRITEVI – LA CALMA STA FINENDO

RANNICCHIATEVI E COPRITEVI – LA CALMA STA FINENDO, LA TEMPESTA E’ IN ARRIVO David Stockman scrive… Il 15 Settembre 2008 è stato il giorno in cui la Lehman è morta e le banche centrali del mondo sono andate all-in guidate dalla FED. E’ stato un tuffo epocale nella deformazione monetaria più pericolosa che il mondo abbia mai visto. In quel momento era in atto una liquidazione di quel che rimaneva …Leggi tutto

L’ impero del dollaro sta per crollare

L’ impero del dollaro sta per crollare L’oro di Putin contro le atomiche di Obama. Chi vincerà? La Russia, facendo crollare l’impero del dollaro, avendo con sé la Cina e la maggior parte della popolazione terrestre, a cominciare dalle economie emergenti dei Brics. Washingon è in trappola, sostiene Dmitry Kalinichenko, perché l’unica scorciatoia possibile – la guerra contro Mosca – non è un’opzione realistica: la Nato e il Pentagono non …Leggi tutto

Di finanza si muore, …intanto l’ Euro schiaccia gli stati

Di finanza si muore, …intanto l’ Euro schiaccia gli stati Le bolle finanziarie obbediscono a una legge ferrea: più crescono e più si avvicina la loro fine. Così, annunciando misure per sostenere la bolla, Mario Draghi ne ha appena avvicinato lo scoppio. Le misure annunciate sono la riduzione del tasso Bce allo 0,05%, un “Quantitative Easing” (Qe) nella forma di acquisti di cartolarizzazioni (“Asset-Backed Securities”) e di “covered bonds” da …Leggi tutto

È prossima una nuova grave crisi finanziaria

È prossima una nuova grave crisi finanziaria Tutto lascia presagire che si stanno creando le condizioni per una nuova grande crisi. La volatilità dei mercati è ai minimi, i tassi di interesse pure, le borse volano cosi anche i corsi delle obbligazioni. L’economista di UBS, George Magnus, ha scritto che l’attuale calma dei mercati assomiglia a quella che precedette il 2007 e che poi condusse alla crisi finanziaria dell’autunno del …Leggi tutto

Gli USA sono pericolosamente esposti con la Russia

Gli USA sono pericolosamente esposti con la Russia È ufficiale, il parlamento russo ha approvato dopo la terza lettura, l’istituzione di un sistema nazionale di carte di credito. Questo evento non è banale, e le conseguenze renderanno molto nervoso il mondo delle imprese, a partire dai sistemi di pagamento negli Stati Uniti, che li priverà del 40% del mercato globale. RIA Novosti rivela le ragioni delle preoccupazioni sollevate dai leader …Leggi tutto

USA in miseria

USA in miseriaLa maggiore potenza economica al mondo sta sprofondando nella povertà. NEW YORK (WSI) – In alcune città dell’America un tempo ricche e ora economicamente disastrate, come Detroit o Buffalo, si sta sviluppando un fenomeno a dir poco inusuale: le case o vengono regalate o sono in vendita a solo 1 dollaro. Chi più di tutti sta mettendo in vendita queste case a prezzi stracciati, informa il blog The …Leggi tutto

Un’altra crisi finanziaria è una certezza

Un’altra crisi finanziaria è una certezza “Credo che entro i prossimi 12 mesi (se non prima) assisteremo nuovamente al crollo dei mercati di Borsa. Non sarà come nel 2007-2009, ma molto peggio – scrive Virginio Frigieri su Traders Magazine – Il nocciolo della questione è che con 17.000 miliardi di dollari di debito, il governo degli Stati Uniti non potrà continuare a sostenersi senza fare nulla per molto altro tempo.” …Leggi tutto

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi