Go to Top

Art. 1117 – Parti comuni dell’edificio

Parti comuni in condominio: modifiche a due velocità

Luana Tagliolini scrive… Le «modificazioni delle destinazioni d’uso» delle parti comuni, finalizzate a soddisfare le esigenze d’interesse condominiale, hanno difficoltà a decollare per l’incertezza che suscita tale espressione se confrontata con quella che, prima dell’ entrata in vigore dell’articolo 1117­ter del Codice civile, comprendeva tutte le innovazioni nell’articolo 1120, comma 1, del Codice civile. Deliberabili con un quorum quasi “proibitivo” (quattro quinti dei partecipanti al condominio e quattro quinti dei millesimi) …Leggi tutto

Accertamento della condominialità

Accertamento della condominialitàCassazione: per accertare la condominialità di un bene non serve chiamare in causa tutti i condomini Avv. Mara Battaglia scrive… Se un condomino chiede l’accertamento della condominialità di un bene non deve necessariamente chiamare in causa tutti i condomini. Lo chiarisce la Suprema Corte con la sentenza n. 21685 del 14.10.2014. Una decisione che merita qualche riflessione. Nulla questio sulla legittimazione ad agire del singolo condomino nelle azioni …Leggi tutto

Condominio e comunione di parti comuni

Condominio e comunione di parti comuniIn tema di condominio negli edifici, le parti comuni sono quelle accessorie al godimento delle unità immobiliari, o comunque quelle indicate negli atti d’acquisto. Avv. Valentina Papanice scrive… Condominio, spese e cause per non parteciparvi CondominioI proprietari di una villetta si rivolgevano al Tribunale perchè si accertasse che l’immobile di loro proprietà non faceva parte del condominio, pur se riconoscevano sussistere una rampa di accesso …Leggi tutto

Parti comuni dell’edificio, regolamento condominiale assembl

Parti comuni dell’edificio e regolamento condominiale assembleareIn tema di condominio, se sussiste incertezza sulla condominialità o meno di alcune parti dell’edificio, la soluzione non può essere data dal regolamento assembleare. Avv. Alessandro Gallucci scrive… Il condominio, lo dice la parola stessa, altro non è che una forma di comunione (forzosa) tra più persone (i condomini) proprietarie di unità immobiliari tra loro distinte su delle parti di un edificio o comunque …Leggi tutto

BENI COMUNI E DESTINAZIONE D’USO

BENI COMUNI E DESTINAZIONE D’USO Libera la fruizione delle parti comuni, ma vietati gli abusi L’approfondimento di questa settimana è dedicato ai limiti di utilizzo dei beni condominiali in base a quanto è stato deciso dalla sezione seconda della Corte di Cassazione nella sentenza n. 27233/2013. I giudici della Suprema Corte hanno stabilito che l’art. 1102 del codice civile, a mente del quale ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, …Leggi tutto

il sottotetto è bene comune o di proprietà esclusiva?

il sottotetto è bene comune o di proprietà esclusiva? Di Licia Albertazzi, Lavora presso Dottorato di ricerca, Ha frequentato Università degli Studi di Pavia, vive a Pavia… Corte di Cassazione Civile, sezione seconda, sentenza n. 28141 del 17 Dicembre 2013. Può il condominio agire contro i proprietari esclusivi di un’unità abitativa posta all’ultimo piano, chiedendo il rilascio immediato del sottotetto, a dire dell’attore di pertinenza condominiale? L’attore affermava che tale …Leggi tutto

Uso delle parti comuni e autodisciplina condominiale

Uso delle parti comuni e autodisciplina condominiale In tema di condominio negli edifici, deve ritenersi legittima la delibera con la quale l’assemblea dei condomini, con le prescritte maggioranze, imponga ai condomini il divieto di uso specifico di parti comuni, come, ad esempio, quello costituito dalla sola apertura di nuovi accessi nel muro comune. Le deliberazioni assembleari condominiali, con le necessarie maggioranze di legge, o lo stesso regolamento condominiale possono limitare …Leggi tutto

Le parti comuni ed i diritti dei condomini su di esse

Le parti comuni ed i diritti dei condomini su di esse Pugliese Marcello scrive… Ciò che rientra nelle “parti comuni” è disciplinato dall’art. 1117 c.c.. In linea di massima, si può affermare che sono tutte quelle parti dell’edificio di cui necessariamente se ne fa uso comune. Il contenuto di tale norma appare come un elenco non tassativo. Lo si può desumere anche dalla locuzione “come il…”. In altre parole, se …Leggi tutto

I muri perimetrali possono essere utilizzati dai i condomini

I muri perimetrali possono essere utilizzati da tutti i condomini ma la loro primaria funzione non può essere snaturata …di Alessandro Gallucci L’art. 1117 c.c., quello che elenca (in modo non tassativo ma meramente esemplificativo) le parti comuni, nella sua versione pre e post riforma (legge n. 220/2012 in vigore dal 18 giugno 2013) non contiene un riferimento ai così detti muri perimetrali. In giurisprudenza non sorgono dubbi in merito …Leggi tutto

Suolo e sottosuolo

La cantina interrata e poi riaperta per essere utilizzata non è automaticamente spazio di proprietà condominiale …di Alessandro Gallucci Il condominio non è proprietario di tutto ciò che si trova sotto il piano stradale. Il condominio, se il titolo non dice il contrario, è proprietario del sottosuolo (cfr. Cass. 15 febbraio 2008, n. 3854) che è cosa diversa dai piani interrati. In questo contesto se nei piani interrati c’è una …Leggi tutto

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi