Go to Top

Shooting Silvio

Sky cancella “Shooting Silvio”, è polemica
Vita (Pd): «Perché la modifica di palinsesto? Ha avuto effetto l’onda lunga delle richieste della destra?»

Cari amici,

Ho trovato interessante questa notizia che ho letto sulla pagina web del Corriere della Sera.

Non sapevo nulla dell’ esistenza di questo film.

Penso che l’ ispirazione avuta dal regista sia un segnale di come la figura di Silvio Berlusconi appaia opprimente e gigantesca per i settori dell’ opinione pubblica che vogliono trovare uno spazio politico che vada “oltre” l’ essere d’ accordo o in disaccordo con chi controlla il pensiero politico in televisione.

Mi sembra interessante notare che Sky abbia evidentemente cambiato idea!

Infatti la decisione di sospendere il film dalla programmazione, è stata preceduta da un’ altra decisione di trasmettere la contestata pellicola.

L’ ironia di questa vicenda, è che se si fosse proceduto a trasmettere il film come previsto, probabilmente i giornali non si sarebbero occupati di questa questione.

Buona giornata!

 

Corriere della sera

MILANO – Sky cancella la replica di «Shooting Silvio», il film del giovane regista abruzzese Berardo Carboni che racconta di un giovane scrittore di norme Kurtz che decide di uccidere Silvio Berlusconi. Il lungometraggio era stato mandato in onda in prima visione televisiva dall’emittente satellitare di Murdoch la sera di Pasquetta in prime time suscitando la reazione indignata del Pdl che ha definito il film come «un inno alla violenza».

PALINSESTO MODIFICATO – Nel palinsesto dell’emittente satellitare erano previste altre repliche, una lunedì pomeriggio alle 17 e l’altra il 25 aprile. La contestata pellicola tuttavia non è andata in onda: al suo posto un film americano di cui Sky non fornisce il titolo nel tradizionale sottopancia. Shiacciando il tasto del telecomando «i», quello che fa comparire in sovraimpressione una breve descrizione di quello che sta andando in onda, compariva il titolo della «vecchia» programmazione che prevedeva appunto «Shooting Silvio». Segno, probabilmente, che la modifica di palinsesto è stata decisa all’ultimo momento.

«VITA: PERCHE’ IL CAMBIO?» – La decisione è stata commentata a breve distanza dal cambio di programma dal senatore del Pd, Vincenzo Vita, che è anche membro della commissione parlamentare di vigilanza sulla Rai: «Come mai Sky ha cancellato le repliche di “Shooting Silvio” – si chiede -? Forse l’onda lunga della richiesta della destra è arrivata a buon fine?».

IL REGISTA: «SONO ALLIBITO» – Non se la sente di parlare di censura, ma per Berardo Carboni, autore della pellicola, la cancellazione dal palinsesto è «un fatto grave»”. Il regista si dice «allibito» per quanto accaduto: «Non è una censura perché è una scelta libera di Sky ma è il segno di un potere immanente. Sono allibito e preoccupato se questo potere tocca anche Sky che è stata l’unica tv che negli ultimi anni ha dato visibilità a registi giovani e indipendenti e, insieme al Ministero della Cultura, ha di fatto consentito la sopravvivenza del cinema giovane». Nonostante ciò, il giovane regista si dice “ottimista”: “Quanto accaduto dimostra che esiste un controllo ampio e diffuso” dell’informazione e della televisione “e che spesso non si fanno delle cose perché si ha paura. Io non rifarei “Shooting Silvio” ora, ma sono orgoglioso di averlo fatto allora e spero di riuscire a fare ancora. Anzi, ne sono convinto: io riesco a esprimermi. Credo in un futuro di libertà». Ciò che tuttavia lo lascia più “allibito”, spiega Carboni, è il fatto che «il film sia stato bloccato non per quello di cui tratta ma perché non era opportuno mandarlo in onda in questi momenti delicati dopo il terremoto in Abruzzo. Ma io mi chiedo: in un paese in cui vanno in onda solo reality e spazzatura come ’La Fattoria’ che non aiutano certo a pensare ma educano una generazione di tronisti, è di cattivo gusto solo un film come il mio che invece invita alla riflessione?».

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi