Go to Top

Shock da Usa: crolla Chicago Pmi

Shock da Usa: crolla Chicago Pmi

Scivola in fase di contrazione. E conferma tutti i dubbi sulla reale ripresa degli Stati Uniti.
ROMA (WSI) – Cosa sta accadendo all’economia degli Stati Uniti. Non è passato molto tempo da quando si è brindato alla solidità della sua economia, in occasione della revisione del Pil del terzo trimestre a +5%, comunicata a fine dicembre. Sono passati poco più di due mesi da quando si tornò a guardare agli Stati Uniti come a uno dei motori principali dell’economia mondiale, dal momento che il tasso del 5% è stato il più alto dal 2003.

Oggi, la brutta notizia non è arrivata solo con la revisione del Pil del quarto trimestre, ma anche con un altro dato indicativo delle condizioni di salute del comparto manifatturiero: il Chicago Pmi.

Nel mese di febbraio, l’indicatore è crollato infatti a 45,9 punti (sotto i 50 punti, in evidente fase di contrazione): una sorpresa shock, dal momento che il consensus aveva previsto un valore a 57,5). E’ il valore più basso dal luglio del 2009 ed è anche la flessione, su base mensile, peggiore dai tempi del crack di Lehman Brothers. (Lna)
http://www.wallstreetitalia.com/article … thers.aspx

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi