Go to Top

Evviva, E’ tornato Berlusconi

Cari amici,

Berlusconi (il vecchietto di 35 anni) è tornato!

Ne sentivate la mancanza? ….io no.

Appena arrivato, il presidente non ha trovato di meglio che farsi vedere in televisione, raccontando quanto sia bravo, quanto sia indispensabile, quanto gli italiani abbiano ancora bisogno di una persona così eccezionale, preparata, sincera, disinteressata, ottimista, imperturbabile.

Mi chiedo perchè non riesco a ricordarlo? Mi sforzo e non mi viene in mente nulla di così rilevante che abbia compiuto il governo Berlusconi, a parte guidare la barca a vista cercando con tutti i mezzi di mantenersi saldo al potere.

Del resto non è che la cosiddetta “sinistra” abbia qualcosa di originale e alternativo da proporre!

Non c’ è più nulla che possa dirsi di “sinistra” nel panorama politico italiano, perchè mancano i necessari fondamenti teorici di sostegno.

Non si può criticare il mercato senza avere un’ altra idea di mercato da proporre, altrimenti non è possibile neanche immaginare delle proposte alternative che possano diventare leggi.

Che ci sta a fare la sinistra, se tutto ciò che propone è una generica solidarietà?

Lo so già da me che è giusto essere solidali. Le buone intenzioni non hanno bisogno di politica, ma di cultura e, per chi ha la fortuna di averla, di fede in Dio.

La politica muove la società verso un ideale di società migliore, ed io questo ideale “di sinistra” non riesco proprio a vederlo.

La Repubblica

ROMA – Ha parlato con Tg1, Tg5 e Giornale Radio Rai, ottenendo naturalmente l’apertura dei telegiornali. Una scelta che non piace al Pd: “Quello che è successo stasera con la berlusconeide a reti unificate è  talmente più grave della già consueta faziosità che richiede un  pronunciamento urgentissimo della autorità competente a vigilare sul  settore. Per l’ennesima volta Berlusconi ha superato ogni limite” dichiara Vincenzo Vita.

Il presidente del Consiglio ha voluto fare un bilancio, al ritorno dal G20 e G8. Ma non ha mancato di dire la sua sulla situazione della maggioranza. “Ho trovato un po’  di ebollizione a casa, ma a partire da lunedì prenderò in mano la situazione con tutti i titoli dell’agenda politica: quelli della giustizia, delle intercettazioni, i temi della manovra economica e anche i temi che riguardano le correnti nei partiti. Se qualcuno pensa che le correnti possono provocare un raffreddore, in questo caso sono certo di evitarlo, di sicuro. Come si dice a Milano “ghe pensi mi”. Dichiarazioni che sembrano non tenere conto della situazione nel pdl, scosso da una dura dichiarazione di Cicchitto: “O collaboriamo o ci dividiamo”. 1

“Il viaggio all’estero è stato un tour de force ma con ottimi risultati” ha detto il premier. “Abbiamo portato a casa per il nostro paese quasi un punto di pil di lavori e acquisti di prodotti; direi un vero tonico per l’economia”.

Una decina di minuti dopo, la risposta di Italo Bocchino. “La notizia che il presidente Berlusconi in persona prenderà in mano da lunedì l’agenda delle questioni spinose di cui si sta dibattendo è positiva e ci rende ottimisti circa l’accoglimento delle nostre proposte di modifica sulle intercettazioni e sulla manovra” ha detto il vicecapogruppo del Pdl alla Camera, Italo Bocchino, presidente di Generazione Italia.

Duro invece il commento del presidente dell’Assemblea nazionale del Pd Rosy Bindi: “Al ‘ghe pensi mi’ del presidente del Consiglio si può solo replicare: ma finora chi ci aveva pensato? E dove era? E cosa aveva fatto?”. La Bindi sottolinea “il disastro della manovra, le liti nel Pdl, la nomina di Brancher, la vergogna del ddl intercettazioni, la mancanza di risposte alla crisi sono proprio il frutto della sua inadeguatezza”, e si domanda se il premier stia cercando di disconoscere il proprio operato. “Ora prova a rassicurare. Ma gli italiani sanno chi li governa malamente da due anni e a Berlusconi – conclude – non basterà una intervista ai tiggì per recuperare le figuracce di queste settimane”.

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi