Go to Top

L’amministratrice di condominio è sparita nel nulla.

L’amministratrice di condominio è sparita nel nulla.

San Vittore Olona (Milano), 13 settembre 2014 – Il suo cellulare è muto da mesi, il suo ufficio chiuso da settimane. Tanto è bastato per gettare nel panico centinaia di condomini che si sono rivolti per la gestione immobiliare e condominiale allo “Studio 2000”. «La signora non è sparita come molti dicono, ma c’è un effettivo imbarazzo a farsi vedere perché nella vicenda è coinvolto anche il condominio dove abita» spiega il legale dello “Studio”, l’avvocato legnanese Arturo Volpe che sulla vicenda cerca comunque di smorzare i toni.

«Ogni giorno sentiamo voci e storie su questa persona che sarebbe scappata all’estero con milioni di euro sottratti dai conti correnti, addirittura che la signora è stata arrestata, che sono state gonfiate le fatture ed altro. La verità è che ci sono delle effettive problematiche da risolvere e che la gestione di alcuni condominii non è stata fatta nella maniera corretta. Ma la signora non è stata arrestata e neppure è ai domiciliari. C’è un buco complessivo, ma sulla vicenda bisogna andare cauti». Contorni ancora poco chiari, che hanno però scatenato il panico fra centinaia di residenti degli oltre cinquanta condomini amministrati dallo studio, per la maggior parte a San Vittore, Parabiago, Legnano e Cerro, gestito in prima persona dalla donna con l’aiuto del marito. Lo stesso avvocato alza bandiera bianca: «Non sono in grado al momento di spiegare condominio per condominio quante irregolarità ci siano». Sono stati molti i consiglieri delegati a chiedere chiarimenti, ma l’amministratrice si è sempre negata.

«Alla luce delle voci che negli scorsi mesi si sono susseguite abbiamo chiesto chiarimenti allo “Studio 2000”, affinché convocasse subito una assemblea straordinaria — spiega Monica Manghi, legale del condominio “5 Mulini” che conta oltre cento residenti —. Nessuno ci ha più risposto. Adesso c’è il giusto pretesto per convocare noi un’assemblea, nominare un nuovo amministratore e soprattutto verificare se sono state pagate tutte le fatture, le utenze e le spese relative perché anche noi brancoliamo nel buio e potrebbero esserci sgradite sorprese». Impossibile verificare al momento i pagamenti, poiché senza delega dell’amministratore la banca non può mettere in chiaro il conto corrente relativo al condominio amministrato. Impossibile anche verificare le fatture perché la titolare dello studio si rifiuta di consegnarle.
http://www.ilgiorno.it/legnano/amminist … o-1.204236

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi