Go to Top

La Francia ha di nuovo una propria moneta

La Francia ha di nuovo una propria moneta

Paul Krugman sul New York Times commenta un grafico sui rendimenti dei titoli francesi su cui gatta ci cova…e qua la risposta alla domanda finale (e altre interessanti considerazioni)!

The Conscience of a Liberal – Joe Weisenthal attira la nostra attenzione su un fatto che potrebbe sorprendere molte persone: gli oneri finanziari della Francia stanno sprofondando. (Non ditelo a George Osborne, quello che pensa che i bassi tassi britannici siano un suo risultato personale). Ecco il grafico dei titoli francesi a 10 anni:

Immagine

Ma aspettate – la Francia non doveva essere la prossima Italia, se non la prossima Grecia?

Beh, Joe ci offre la spiegazione giusta, sono d’accordo: i mercati hanno concluso che la BCE non lo farà, non potrà lasciar la Francia a corto di denaro, senza la Francia non c’è più l’euro. Così per la Francia la BCE è disposta a giocare in modo inequivocabile la corretta funzione di prestatore di ultima istanza, fornendole liquidità.

E questo significa che, in termini finanziari, ha Francia aderito al club dei paesi avanzati che hanno la propria moneta e quindi non possono rimanere a corto di liquidità – un club i cui componenti hanno tutti dei costi finanziari molto bassi, più o meno indipendenti dal loro debito e deficit.

Benvenuta nel club, Francia! Ma ora,perché stai facendo tutta questa austerità?
http://vocidallestero.blogspot.it/2013/ … opria.html

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi