Go to Top

La Chiesa tra mito e realtà

Il Papa: «Insidiata dal peccato,
la Chiesa ha bisogno di purificarsi»

Lo ha sottolineato il Pontefice nell’Angelus che precede
la Festa dell’Immacolata Concezione

Cari amici,

ho trovato interessante questo articolo tratto dalla web page del Corriere della sera, nel quale il Papa invita la sua chiesa a purificarsi.

Mi piace il desiderio di giustizia, di unità, di alti valori morali che esprime questo messaggio, ed anche la consapevolezza che a volte la realtà delle cose non corrisponde a questo mito.

Sono convinto che la storia della Chiesa cattolica sia un riflesso della storia dell’ uomo, e ne incarni la stessa dinamica.

Gli uomini sono capaci di azioni generose e disinteressate, ma che possono anche degenerare in esistenze egoiste e miserevoli.

E poi gli uomini, così come la Chiesa, sono capaci di riscatto, di perdono, di auto-rigenerazione.

La Chiesa nel suo passato ha vissuto periodi molto più travagliati di quelli di oggi; periodi bui in cui la figura del Santo Padre era associata a quella dei più sanguinari imperatori e dittatori che dominavano la storia.

Oggi la Chiesa è un faro che illumina il mondo, un cartello stradale che indica un futuro di alleanza con Dio, una realtà mondiale che trasmette una storia d’ amore di indubbio valore storico.

Certo che nella Chiesa non sono tutti santi!

Ma chi sbaglia, sceglie di separare la propria storia da quella della Chiesa, e si assume la responsabilità delle proprie azioni.

Il valore di ogni istituzione sociale si misura dalla quantità di rapporti di amore che riesce a creare e mantenere: Da questo punto di vista, il valore sociale prodotto dalla Chiesa Cattolica è molto alto.

Corriere della sera

CITTÀ DEL VATICANO – «La Chiesa ha continuamente bisogno di purificarsi, perchè il peccato insidia tutti i suoi membri». Lo ha affermato Benedetto XVI all’Angelus, ricordando che dopo domani è la festa dell’Immacolata Concezione. «Il fiore più bello germogliato dalla parola di Dio – ha detto – è la Vergine Maria. Lei è la primizia della Chiesa, giardino di Dio sulla terra. Ma, mentre Maria è l’Immacolata, nella Chiesa – ha spiegato – è sempre in atto una lotta tra il deserto e il giardino, tra il peccato che inaridisce la terra e la grazia che la irriga perchè produca frutti abbondanti di santità. Preghiamo dunque la Madre del Signore – ha concluso – affinchè ci aiuti, in questo tempo di Avvento, a raddrizzare le nostre vie, lasciandoci guidare dalla parola di Dio».

GLI SCANDALI – Di recente, fra l’altro, la Chiesa è stata colpita dallo scandalo degli abusi sessuali sui minori nelle scuole cattoliche irlandesi dove i vescovi hanno fatto pubblico mea culpa e ammesso le loro responsabilità. Ancora è in dirittura d’arrivo l’indagine apostolica sulla congregazione dei Legionari di Cristo, il movimento scosso dagli scandali che hanno travolto il fondatore, oggi scomparso, padre Marcial Maciel. Le accuse in questo caso erano ancora di abusi sui minori mentre è stato poi accertato che Maciel ha avuto dei figli. Ancora il Vaticano sta accertando tutti gli aspetti relativi al patrimonio economico dei Legionari di Cristo.

FAMIGLIE NUMEROSE – Durante l’Angelus Benedetto XVI ha rivolto anche un incoraggiamento a 500 famiglie dell’«Associazione Famiglie Numerose» presenti in piazza San Pietro. «Cari amici, prego per voi, perchè la Provvidenza vi accompagni sempre in mezzo alle gioie e alle difficoltà, ed auspico – ha detto il Papa – che si sviluppino dovunque efficaci politiche di sostegno alle famiglie, specialmente a quelle con più figli». Negli ultimi cinque in Italia le famiglie numerose con più di cinque componenti si sono ridotte dell’11 per cento e oggi sono solo un milione e trecentomila, il 5,6 per cento del totale. Secondo cifre fornite dalla Coldiretti su dati Istat in Italia dove più di una famiglia numerosa su quattro (26 per cento) si trova in una condizione di povertà.

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi