Go to Top

Il mio cuore

Lei mi ha lasciato nell’ ora in cui la notte già si dilegua.

Il mio cuore cercava di consolarsi pensando
che tutto è vanità. "Tuttavia", mi dicevo,
"questo nome tracciato era il suo, questo ventaglio
di foglie di palma, ricamato in seta rossa dalle sue dita,
non è forse cosa reale?".

Come un bambino inquieto che ferisce sua madre,
sconvolgevo ogni cosa dentro e fuori di me,
mormorando con risentimento: "Il nostro
è un mondo di tradimenti!"

Ma dal cielo cosparso di stelle scese un rimprovero,
una voce parlava al mio orecchio, dicendomi:
"Ingrato! Impara a riempire il vuoto
che ho lasciato con il ricordo vivo del mio passaggio!".

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi