Go to Top

Detrazioni per ristrutturazioni del condominio senza amministratore

Come è possibile ottenere la detrazione fiscale per le ristrutturazioni nel caso di “condominio minimo” (quello cioè con un numero di proprietari tra due e quattro) che non si sia, quindi, dotato di un amministratore di condominio? A chiarirlo è intervenuta l’Agenzia delle Entrate con una recente risoluzione [1].

L’amministrazione finanziaria spiega che, per ottenere la detraibilità delle spese per interventi edilizi eseguiti in un condominio minimo, effettuati sulle parti comuni dell’edificio, è necessario innanzitutto richiedere le autorizzazioni previste al competente ufficio comunale, così come impone la legge in via generale.

È verosimile, poi, che il condominio minimo non abbia un proprio codice fiscale. A tal fine l’Agenzia delle Entrate precisa che, per accedere all’ agevolazione della detrazione per le spese sostenute per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, è necessario che, entro la scadenza per presentare la dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui sono state sostenute le spese, sia presentata a un ufficio territoriale delle Entrate la domanda di attribuzione del codice fiscale al condominio (modello AA5/6), sia versata dal condominio (con indicazione del codice fiscale attribuito), la sanzione prevista dalla legge [2] per l’omessa richiesta del codice fiscale (con un minimo di 103,29 euro), tramite il modello F24, utilizzando il codice tributo 8912 e che il condominio invii una comunicazione in carta libera all’agenzia delle Entrate competente in relazione all’ubicazione del condominio.

Nella comunicazione devono essere specificati, distintamente per ogni condomino, le generalità e il codice fiscale, i dati catastali delle rispettive unità immobiliari, i dati dei bonifici dei pagamenti effettuati per i lavori, la richiesta di considerare il condominio quale soggetto che ha effettuato gli interventi e le fatture emesse dalle ditte nei confronti dei singoli condòmini, da intendersi riferite al condominio.

[1] Ag. Entrate, Risoluzione n. 74/E del 27.08.2015.
[2] Art. 13, comma 1, lettera a) del Dpr 605/1973.

http://www.laleggepertutti.it/97713_det … nistratore

 

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi