Go to Top

Condomini si rifiutano di pagare le spese di costruzione di una rampa accessibile

Nel nostro condominio un disabile chiede la costruzione di una rampa di accesso esterna per superare i gradini di accesso all’edificio. L’assemblea ha deliberato la costruzione, ma alcuni condomini, tre o quattro su venticinque, si rifiutano di pagare. L’amministratrice dice che possono farlo, nel qual caso le spese verranno suddivise tra il resto dei condomini. Possono farlo? È vero? O la delibera del condominio gli impone di partecipare?

La risposta dell’Ing. Marchetti

Non c’è una legge che obbliga il condominio ad adeguare lo stabile.

La legge n.13 del 9 gennaio 1989 tutela il diritto della persona disabile , ma non obbliga i condomini a partecipare alla spesa per l’adeguamento dello stabile. Cito la Legge:

“(…) i portatori di handicap, ovvero chi ne esercita la tutela o la potestà di cui al titolo IX del libro primo del codice civile, possono installare, a proprie spese, servoscala nonché strutture mobili e facilmente rimovibili e possono anche modificare l’ampiezza delle porte d’accesso, al fine di rendere più agevole l’accesso agli edifici, agli ascensori e alle rampe dei garages.”
Anche se i condomini nell’assemblea condominiale negano l’installazione di una soluzione per l’abbattimento delle barriere architettoniche, la persona disabile la può fare a spese proprie.

http://www.disabili.com/gli-esperti-ris … ccessibile

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi