Go to Top

Terzo responsabile

Le imprese artigiane potranno nuovamente gestire gli impiant

Le imprese artigiane potranno nuovamente gestire gli impianti termici condominiali Accogliendo le richieste della Cna, il Senato – convertendo in legge il Decreto “Destinazione Italia” – ha infatti modificato la definizione di “terzo responsabile” contenuta nel Decreto legislativo 19 agosto 2005, n.192, duramente contestato dall’associazione artigiana in quanto discriminava ingiustamente le imprese individuali, le SNC , le SAS. Era stato il Presidente Nazionale della CNA Installazione Impianti, Carmine Battipaglia, nei …Leggi tutto

La responsabilità può essere delegata

La responsabilità può essere delegata Spetta al proprietario di casa o, nel caso di un condominio, all’amministratore (che a loro volta possono delegare una persona terza come responsabile) il compito di verificare la messa a norma, la manutenzione e il buon funzionamento degli impianti di climatizzazione e dei relativi sottosistemi, nonché il rispetto delle regole per l’abbattimento dei consumi. Più in generale, il controllo e la manutenzione dell’impianto di climatizzazione …Leggi tutto

L’affidamento degli impianti termici spetta all’amministrato

L’affidamento degli impianti termici spetta all’amministratore di condominio, salvo delega. Lo dice la legge. Con l’entrata in vigore il Dpr 74/2013, nel rispetto delle disposizioni di legge, sono identificati come responsabile dell’impianto, a livello condominiale, l’amministratore di condominio. Dal 12 luglio u.s. è entrato in vigore il D.P.R. 74/2013 relativo all’esercizio, il controllo, l’ispezione e la manutenzione degli impianti termici per la climatizzazione invernale, il raffrescamento estivo e la preparazione …Leggi tutto

Impianti termici, dal 12 luglio le nuove regole

Impianti termici, dal 12 luglio le nuove regole, ecco cosa cambia Mancano due settimane al 12 luglio 2013, data a partire dalla quale saranno operative a tutti gli effetti le nuove regole relative all’esercizio, alla conduzione, al controllo, alla manutenzione e all’ispezione degli impianti termici. Vediamo allora nel dettaglio cosa cambierà da un punto di vista operativo.Anzitutto, la nuova disciplina sugli impianti termici per la climatizzazione invernale e per la …Leggi tutto

La figura del responsabile dopo Riforma del Condominio

Impianti termici, la figura del responsabile dopo Riforma del Condominio e Dpr 74/2013 Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Dpr 74/2013 sugli impianti termici, sono state messe in chiaro le regole per le caldaie nei condomini. L’amministratore del condominio è il responsabile dell’impianto termico, colui a cui spettano l’esercizio, la conduzione, il controllo, la manutenzione e il rispetto della legge. Ci possono però essere dei cambiamenti e l’assemblea può …Leggi tutto

Manutenzione e responsabilità degli impianti di riscaldamento nel condominio

Chi deve far effettuare la manutenzione? Il decreto 412/93 ha introdotto la figura del responsabile dell’esercizio e della manutenzione degli impianti e l’ obbligo del libretto di impianto o di centrale (potenza maggiore o eguale a 35 kW) per tutte le potenzialità di impianto. Il “responsabile dell’impianto” coincide con l’occupante a qualsiasi titolo dell’unità immobiliare, sia esso proprietario o locatore o usufruttuario, per gli impianti centralizzati coincide con l’amministratore del …Leggi tutto

Sanzioni

Sanzioni Sono previste sanzioni da € 500 a € 3.000 per il proprietario, il conduttore dell’ unità immobiliare e per l’ amministratore in carica oppure, se nominato, per il terzo responsabile, qualora il soggetto responsabile non ottemperi a quanto stabilito dall’ articolo 7 del Dlvo 192/2005, ossia non esercitino e non mantengano in esercizio gli impianti secondo la normativa vigente (Articolo 14, comma 5, lettera i). Sono previste sanzioni da …Leggi tutto

Compiti

Compiti del terzo responsabile (o, in mancanza, dell’ amministratore) 1) Comunicare entro 30 giorni con il modulo L (allegato alla Dgr), all’ Ente Locale competente la propria nomina, la propria revoca o le proprie dimissioni, nonchè le eventuali variazioni di consistenza e di titolarità dell’ impianto. 2) Far rispettare il periodo di riscaldamento. 3) Rispettare i limiti massimi inerenti la durata di attivazione dell’ impianto e le temperature d’ esercizio …Leggi tutto

I compiti e le responsabilità

I compiti e le responsabilità L’ articolo 11 del Dpr 412/1993, ha previsto che l’ incarico di terzo responsabile non può essere svolto da chi eserciti atività di vendita o di fornitura di energia all’ utente nel medesimo impianto.Questa incompatibilità sussiste anche nei confronti delle società collegate, controllate o controllanti, secondo quanto previsto dall’ articolo 2359 del Codice Civile. L’ articolo 13.4 della Dgr 8/5117 afferma che, se l’ assemblea …Leggi tutto

Terzo responsabile

Nozione Il terzo responsabile deve essere in possesso dei requisiti previsti dalle normative vigenti, e comunque di idonea capacità tecnica, economica ed organizzativa.Egli è tenuto a disporre tutte le operazioni di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, dell’ impianto termico, secondo le prescrizioni della vigente normativa Uni, essendo, in caso di inosservanza, passibile di sanzione amministrativa, a norma dell’ art. 132, comma 5, DPR 380/2001 (Già articolo 34, comma 5, della …Leggi tutto

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi