Go to Top

Sanzioni per infrazione al regolamento

Nulle le sanzioni non pecuniarie

Nulle le clausole del regolamento condominiale che prevedono sanzioni non pecuniarie Davide Gambetta scrive… Il Regolamento condominiale può prevedere esclusivamente sanzioni pecuniarie Sono nulle le clausole del regolamento condominiale che prevedono, in caso di violazione delle regole, sanzioni non pecuniarie quali ad esempio la rimozione del veicolo. Sono consentite unicamente multe in danaro nei limiti fissati dalla legge. Il condominio è uno tra gli istituti più complessi e discussi dato …Leggi tutto

Illecita introduzione di sanzioni non pecuniarie

Illecita l’introduzione di sanzioni diverse da quelle pecuniarie Biancamaria Consales scrive… È quanto stabilito dalla Suprema Corte di cassazione nella sentenza n. 820 del 16 gennaio 2014. La delibera del condomino con cui l’assemblea condominiale determina la rimozione coatta dell’auto del condomino, con spese a suo carico, per il caso d’inosservanza delle disposizioni concernenti la regolamentazione dell’uso dei parcheggi comuni, deve ritenersi nulla, in quanto contraria alla legge.Nella fattispecie, gli …Leggi tutto

L’Amministratore ha il potere di irrogare sanzioni pecuniarie ai condomini

Cassazione , sez. II civile, sentenza 26/06/2006 n. 14735 Al fine di attivarsi per far cessare gli abusi, l’amministratore non necessita di alcuna previa delibera assembleare, posto che egli è già tenuto ex lege (articolo 1130 comma 1 C.c.) a curare l’osservanza del regolamento del condominio al fine di tutelare l’interesse generale al decoro,a lla tranquillità ed all’abitabilità dell’edificio; ed è altresì nelle sue facoltà, ai sensi dell’articolo 70 disp. …Leggi tutto

Sanzioni per infrazione al regolamento

Nozione Art. 70 Disposizioni di attuazione al codice civile Per le infrazioni al regolamento di condomìnio può essere stabilito, a titolo di sanzione, il pagamento di una somma fino a lire 100 (0,06€).La somma è devoluta al fondo di cui l’ amministratore dispone per le spese ordinarie. Per ciò che riguarda il valore della sanzione previsto, la Corte di Cassazione, con ordinanza n° 388 del 11 dicembre 1997, ha affermato …Leggi tutto

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi