Go to Top

Affitti in nero, cosa cambia con la Legge di Stabilità 2016?

Affitti in nero, cosa cambia con la Legge di Stabilità 2016?

Dopo il passaggio della Legge di Stabilità 2016 in Senato per la modifica e l’approvazione della stessa, sono state inserite delle misure dirette alla lotta contro gli affitti in nero.

In particolare è il comma 32 dell’articolo unico della Legge di Stabilità che va a modificare l’articolo 13 della legge 431 del 1998 dopo che le sentenze n. 50 del 2014 e n. 169 del 2015 della Corte Costituzionale avevano distrutto il Dl 23 del 2011 che prevedeva un premio per l’inquilino che avesse denunciato al fisco la mancata registrazione del contratto di affitto.

Vediamo di seguito cosa prevede la Legge di Stabilità 2016 in tema di affitti in nero, e cosa cambia.

Affitti in nero: cosa prevede la Legge di Stabilità 2016?

Il Senato ha aggiunto alla Legge di Stabilità 2016 un emendamento che prevede l’obbligo del proprietario di registrare il contratto di affitto entro 30 giorni dalla stipula. In caso di mancata registrazione l’inquilino potrà quindi rivolgersi alle autorità giudiziarie al fine di determinare il canone minimo dovuto.

Affitti in nero: in cosa consiste l’obbligo di registrazione inserito nella Legge di Stabilità 2016?

Nella Legge di Stabilità 2016 è stato quindi inserito da parte del Senato l’obbligo di registrazione da parte del proprietario del contratto di locazione entro 30 giorni dalla stipula dello stesso.

In base a quanto previsto dal comma 32 dell’articolo unico della Legge di Stabilità 2016 che modifica l’articolo 13 della legge 431 del 1998, nei successivi 60 giorni il proprietario dovrà fornire una comunicazione documentata della registrazione sia al conduttore che all’amministratore di condominio che è a sua volta tenuto ad ottemperare all’obbligo di tenuta dell’anagrafe condominiale.

Affitti in nero: cosa cambia con la Legge di Stabilità 2016?

Oltre all’obbligo di registrazione, con la Legge di Stabilità 2016 sono previsti ulteriori cambiamenti per quanto riguarda gli affitti in nero: dovrà infatti essere considerato nullo qualsiasi accordo volto a stabilire un canone di locazione superiore a quello previsto nel contratto scritto e registrato.

La nullità di questo accordo era già prevista nella normativa vigente; la novità consiste nel fatto che l’inquilino potrà richiedere la restituzione di quanto versato in più rispetto a quanto stabilito nel contratto che è stato registrato.

La richiesta di rimborso dell’inquilino deve essere presentata entro 6 mesi dalla restituzione dell’immobile.

Tutte le misure in materia di affitto inserite nella Legge di Stabilità 2016 sono volte, dunque, alla battaglia contro la pratica degli affitti in nero: va comunque ricordato che tali misure non possono essere applicate alle situazioni pregresse.

https://www.forexinfo.it/Affitti-in-ner … bia-con-la

 

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi