Go to Top

Rincaro greggio: Scontri pescatori-polizia

Bruxelles, scontri pescatori-polizia. La Ue dice no alle sovvenzioni
Sempre più caro il greggio. I consumatori “obbligati” protestano

Cari amici,

Il mercato ha le stesse regole della politica! Quando diviene impossibile trattare e gli argomenti di mediazione sono finiti resta solo una possibilità: si spara!

Oggi stiamo assistendo ad una rottura degli equilibri di mercato “classico”.
Non è più possibile pensare di arginare il problema con le trattative sindacali, e il potere del governo deve mostrare la sua mano forte per proteggere i più deboli.

Non si può pensare che chi ha poca forza contrattuale abbia la forza di equlibrare la situazione a suo vantaggio.

Le materie prime e i prodotti agricoli stanno aumentando di prezzo in modo incontrollato. Chi può ribalta l’ incremento di prezzo sui propri prezzi di vendita. Chi non può (ossia chi ha redditi fissi e redditi da lavoro dipendente) subisce un’ erosione del proprio potere di acquisto che incide sui consumi e sulle condizioni di vita.

E’ un discorso brutale, ma è meglio sapere a cosa stiamo andando incontro.

Chi può si organizzi per affrontare insieme la situazione. Noi di AziendaCondomìnio ci siamo per aiutarvi ad organizzarvi per difendervi da chi ha più potere contrattuale di voi.

Coraggio! Il futuro è nelle nostre mani e possiamo farcela!

BRUXELLES – Scontri tra i pescatori che dimostrano per il caro greggio a Bruxelles e la polizia. I dimostranti hanno lanciato anche bottiglie molotov. La polizia ha risposto caricando e utilizzando lacrimogeni. Bloccata l’arteria centrale del quartiere europeo Rue De La Loi.

Fra i dimostranti molti italiani, alcuni sono armati di spranghe e hanno il volto coperto. Alcuni di loro hanno cominciato a sradicare segnali stradali. “A questo punto – dicono all’Adn Kronos- non abbiamo niente da perdere”.

Proprio oggi la Commissione Ue ha ribadito di non avere soluzioni “immediate” a una delegazione dei manifestanti, escluse le sovvenzioni. I pescatori chiedono di pagare il gasolio non più di 40 centesimi di euro al litro (oggi costa circa 80 centesimi).

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi