Go to Top

Presto ci saran le nozze

Certo, hai ragione! E presto ci saran le nozze.
La vita entrò nel tuo sogno,
abbattendo il tempio del verginale amore.

Nelle notti insonni non ci sarà mai
davanti ai tuoi occhi il sacrario distrutto –
una passeggiata al lago, un canto, un chiar di luna?

Piangerai quindi per i bei gingilli,
tormentata starai in ginocchio sul tuo letto,
il cuore pieno di nostalgia per la giovinezza.

Me però lega, e sono uno straniero,
al tuo tempo da fanciulla un nastro chiaro
che si stende oscillando tra te e lui.

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi