Go to Top

La giustizia dei ricchi: Prendere e guadagnare!

Madoff, il guadagno, il potere

Cari amici,

Il caso Bernard Madoff, a mio giudizio, è emblematico per capire il funzionamento “interno” del sistema economico che ci governa.

Fondamentalmente la nostra società rigurgita di personaggi che aspirano a “diventare ricchi”, e approfittano di tutte le occasioni per “investire” in modo profittevole il loro denaro, occupandosi ben poco di come questo “profitto” sia procurato.

Per questo motivo, si formano delle sacche di potere occulto che sono riempite da chi ha il potere di prendere le decisioni.

La stragrande maggioranza della gente aspira a “prendere” valore finanziario con ogni mezzo, si muove a “gruppi” affamato di occasioni di guadagno e di successo, ed è oppresso dalla comunicazione dei media che fanno tutto ciò che è possibile per “dirigere il traffico” in modo che tutto contribuisca a far crescere il PIL (Prodotto interno lordo).

In questa situazione, personaggi come Madoff hanno via libera per “piazzare” le loro patacche, sicuri che la sete di guadagno renderanno ciechi e sordi milioni di investitori.

L’ articolo preso dal Sole 24 ore di oggi, riporta che, questa volta, lo stato non interverrà a rimborsare chi ha incautamente investito il loro capitale nelle “promesse” di Bernard Madoff.

Ma non è interessante sapere chi perderà i propri soldi “regalati”.

Ciò che invece conviene chiedersi è se non sia il caso di cambiare i nostri sistemi economici.

Il mercato, così come l’ abbiamo concepito, è una bufala che serve soprattutto a far diventare i ricchi sempre più ricchi.

Se i cosiddetti “consumatori” non cominciano a studiare, capire, e perseguire i loro interessi, diventando “residenti” che aspirano a creare valore per se stessi, non sarà possibile creare delle possibilità per “cambiare” sistema economico.

A mio giudizio è evidente che il valore delle cose non può essere ordinato e distribuito per mezzo dei “soldi”.

La moneta è uno strumento di scambio estremamente utile, ma non misura il valore delle cose: Tutto quello che abbiamo è uno strumento di scambio di “valutazioni”, un modo per comunicare in modo semplice le nostre “impressioni” su ciò che ci piace “di più”.

Pertanto è necessario rivedere le nostre cosiddette “teorie economiche” che orientano, definiscono, e controllano il mercato globalizzato, poichè sono manifestamente sbagliate: Infatti non servono nè a redistribuire il valore economico in modo equo, nè a promuovere uguaglianza e giustizia sociale.

Il sole 24 ore

Le autorità statunitensi hanno annunciato la messa in liquidazione della società di gestione di fondi di Bernard Madoff, arrestato giovedì per frode, avvertendo gli investitori di non farsi illusioni sull’ammontare delle somme che possono essere recuperate. La Sipc (Securities investor protection corporation), un organismo incaricato di proteggere gli interessi degli investitori clienti di società di mediazione, ha sottolineato che l’estensione delle sospette frodi e lo stato dei conti della società rendono il caso particolarmente difficile.

«È poco probabile che la Sipc e l’amministratore (incaricato della liquidazione) potranno trasferire i conti dei clienti della società a una società di mediazione solvibile» ha avvertito il presidente della Sipc, Stephen Harbeck, in un comunicato.

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi