Go to Top

L’ anima

Ogni forma che vedi ha il suo Tipo supremo nell’ Oltrespazio:
se la forma scompare, non temere: la sua radice è eterna.

Ogni immagine che vedi, ogni discorso che ascolti
non penarti quando scompare, chè questo non è vero.

Poichè eterna è la fonte, i suoi rami scorrono sempre,
e poi che ambedue mai cessano, inutile è il lamento.

Considera l’ Anima come fontana e le opere sue come rivoli:
finchè la fonte dura, ne scorrono freschi i ruscelli.

Via dal cervello il dolore, e di quest’ acqua pur bevi;
non temer che si secchi, è acqua senza sponde!

Da quando tu venisti in questo mondo d’ esseri
davanti ti fu messa, a salvarti, una scala.

Fosti dapprima sasso, poi diventasti pianta,
e ancora poi animale: come ciò t’ è nascosto?

Poi divenisti Uomo con scienza, mente e fede:
guarda come ora è un Tutto quel corpo, già Parte di terra!

E, trascorso oltre l’Uomo, diverrai Angelo certo,
oltre questa terra, dopo: il tuo luogo è nei cieli.

E passa ancora oltre l’ Angelo e in quel Mare ti immergi:
così tu, goccia, sarai mare immenso ed oceano.

Smetti di parlar “figlio”, dì con il cuore: “Uno”.
Se il tuo corpo è vecchio, a che temere, se l’ anima è giovane?

 

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi