Go to Top

Installazione dell’ ascensore per disabili

Ciao Mary.

Cerco di aiutarti e di rispondere alle tue domande, che in realtà mi sembrano più di una.

Andiamo con ordine:

1) In una data precisa è avvenuta un’ assemblea straordinaria che ha approvato il preventivo e il progetto relativo all’ installazione dell’ ascensore.

2) A seguito di questa delibera l’ amminstratore protempore, a nome e per conto dell’ ente condomìnio, ha firmato il contratto di appalto con la ditta indicata nella delibera.

3) Il lavoro deve essere stato svolto in modo conforme sia alla delibera, sia al contratto di appalto firmato dall’ amministratore.

Se, pertanto, la delibera e il contratto comprendevano amche il servoscala e il corrimano, è chiaro che DOVEVANO ESSERE INSTALLATI.

Pertanto, il progetto approvato dall’ assemblea, è quello che deve essere realizzato, e non può esserne realizzato un’ altro.

Una questione particolare da analizzare, è la situazione della persona disabile che, da ciò che hai scritto, dovrebbe abitare nel condominio in questione.

Poichè, in generale, l’ interesse della fruibilità da parte del condòmino disabile, è considerato tale per cui anche una limitata non osservanza delle distanze legali è permessa ed accettata dalla giurisprudenza.

 

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi