Go to Top

Immobile per il figlio e imposta di registro

Cassazione 19/12/05 n° 28105
Italia Oggi 03/02/06 pagina 32

Un genitore che acquista un immobile per destinarlo ad abitazione del figlio, deve corrispondere l’ imposta di registro in misura piena, senza alcun beneficio.

Infatti, l’ esplicito e univoco riferimento normativo alla destinazione dell’ abitazione alla parte acquirente e al suo nucleo familiare (inteso come “convivente”), non consente di estendere l’ agevolazione fiscale all’ ipotesi in cui uno dei membri di tale nucleo vi abiti separatamente.

 

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi