Go to Top

Dolce brezza

Una gabbia è cullata dalla dolce brezza:
null’ altro si muove
nelle loro case.
Guarda quei vecchioni probi, prudenti
con gli occhi e le orecchie sotto l’ ali:
immobili restano
come immagini sulla carta,
al buio, in una chiusa gabbia.
Mia viva, vieni; vieni mia verde!

 

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi