Go to Top

Art. 1130 – Attribuzioni dell’amministratore

Ratifica dell’operato dell’amministratore condominiale

Ratifica dell’operato dell’amministratore condominialeL’amministratore di condominio ha dei poteri e dei doveri individuati dalla legge, ma se va oltre le proprie attribuzioni l’assemblea può ratificare il suo operato. Avv. Alessandro Gallucci scrive… In tema di condominio negli edifici, l’assemblea ha sempre il potere di ratificare i provvedimenti dell’amministratore eccedenti la sfera di competenza di quest’ultimo, con efficacia sanante dei loro effetti, purché tali atti rientrino a loro volta nei poteri …Leggi tutto

Cause sulla misura e modalità d’uso dei servizi condominiali

Cause sulla misura e modalità d’uso dei servizi condominialiL’uso dei beni e dei servizi condominiali deve avvenire entro determinati limiti ma non può essere negato; gli eccessi, in entrambi i casi, sono illegittimi. Avv, A. Gallucci scrive… In materia di misura e modalità d’uso dei servizi in condominio, il codice di procedura civile pone una riserva di competenza esclusiva del giudice di pace. E’ chiaro sul punto l’art. 7, terzo …Leggi tutto

Registro di contabilità condominiale

Registro di contabilità condominialeIl registro di contabilità condominiale è una delle novità introdotte dalla riforma e consente, se correttamente tenuto, di conoscere l’aggiornato stato dei conti. Avv. Alessandro Gallucci… L’amministratore di condominio è tenuto a riscuotere i contributi e ad erogare le spese per la manutenzione ordinaria e straordinaria e per il godimento dei servizi nell’interesse comune. Al termine dell’anno di gestione, così come aveva fatto all’inizio con il preventivo …Leggi tutto

Gli adempimenti fiscali dell’amministratore di condominio

Gli adempimenti fiscali dell’amministratore di condominio Dott.ssa Maria Adele Venneri… L’art. 1130 c.c., novellato dalla L. n. 220/2012, dispone espressamente, al n.5 dell’unico comma, che l’amministratore di condominio deve “eseguire gli adempimenti fiscali”. Tra le novità più rilevanti, introdotte dal Riformatore, vi è quella prevista dal codice civile, di attribuire espressamente all’amministratore, alcuni adempimenti fiscali già previsti nella legislazione speciale. Adempimenti fiscali ante riforma. In primis, occorre porre l’attenzione sull’obbligo …Leggi tutto

In bilico l’amministratore che non riscuote gli oneri

In bilico l’amministratore che non riscuote gli oneri L’amministratore che non riscuote gli oneri condominiali dai condomini morosi non commette di per sé un atto di cattiva gestione se prova di avere notificato gli atti di precetto, anche se non ha intrapreso la procedura esecutiva. Infatti, l’amministratore non incorre nella responsabilità da cattiva gestione se giustifica il non avere intrapreso la procedura esecutiva in virtù dell’incerta solvibilità dei condomini. Lo …Leggi tutto

I registri condominiali

I registri condominiali La legge n. 220/2012, la così detta riforma del condominio, ha interamente sostituito l’art. 1130 del codice civile. Questo, in parte è restato lo stesso, in parte è stato modificato con l’aggiunta di nuove attribuzioni per l’amministratore condominiale: tra di essere c’è la tenuta di alcuni registri. In particolare, ai sensi dei numeri 6 e 7 dell’art. 1130 c.c., l’amministratore, a partire dal prossimo 18 giugno 2013, …Leggi tutto

I conduttori all’interno dell’Anagrafe Condominiale

I conduttori all’interno dell’Anagrafe Condominiale La norma prevede che nel Registro vengano anche indicati i dati anagrafici dei titolari di “diritti personali di godimento”. Ma non è chiara la ratio. Il mancato concorso dei conduttori alla gestione condominiale. Una riforma del regime condominiale, deve essere orien­tata verso la tutela delle esigenze abitative e non può fare a meno di affrontare in maniera organica il problema della condizione giuridica dei conduttori. …Leggi tutto

In condominio tutto a verbale

In condominio tutto a verbale L’amministratore del condominio potrà continuare a fissare la riunione di condominio, in prima convocazione, il mattino presto o la sera tardi. Dovrà però verbalizzare necessariamente quanto accade nell’occasione. La mancata verbalizzazione, infatti, potrebbe rendere ex se impugnabili le eventuali delibere successivamente assunte. Per l’amministratore non ci sono particolari complicazioni allorché l’assemblea sia convocata, ad esempio, presso la sua l’abitazione. Potrebbe al contrario essere fonte di …Leggi tutto

Anagrafica condominiale e dati relativi alla sicurezza

Anagrafica condominiale e dati relativi alle condizioni di sicurezza La riforma del condominio, in vigore dal prossimo 18 giugno, ha introdotto l’obbligo di tenuta dell’anagrafe condominiale e dei dati sulle condizioni di sicurezza. Le novità legislative introdotte dalla riforma del condominio destano interesse e, com’è normale che sia, anche delle perplessità. Tra i dubbi dei commentatori, degli addetti ai lavori e degli utenti, uno su tutti pare essere più ricorrente: …Leggi tutto

Le attribuzioni dell’amministratore di condominio, le novità

Le attribuzioni dell’amministratore di condominio, le novità Riguardo alle attribuzioni dell’amministratore la cui disciplina è contenuta nell’art. 1130 cc., la legge di riforma ha in primo luogo confermato l’incombenza a lui spettante in ordine alla esecuzione delle deliberazioni assembleari, precisando che egli è tenuto a convocare annualmente l’assemblea per l’approvazione del rendiconto condominiale la cui disciplina è contenuta diffusamente all’interno del successivo art. 1130 bis. Ribadito il ruolo dell’amministratore in …Leggi tutto

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi