Go to Top

Amministratrice indagata per appropriazione indebita

CASTELNOVO MONTI C’è un fascicolo aperto in procura a Reggio Emilia sotto il nome Santina Bussi. L’immobiliarista e amministratrice di condominio è indagata e non da oggi. Il reato è quello di appropriazione indebita aggravata, per l’abuso di quel rapporto fiduciario che inevitabilmente lega chi ricopre il suo ruolo e i condomini che amministra.

Non è un fulmine a ciel sereno, quello che ha colpito in questi giorni l’agenzia L’Immobiliare di via Roma: a Castelnovo Monti, sono mesi che si parla di Santina Bussi e di come gestisce i condomini. Ma ora la procura conferma: è indagata.
Il fascicolo è stato aperto già nel 2014 dal sostituto procuratore Piera Cristina Giannusa, che ha già provveduto a chiedere una proroga alle indagini di altri sei mesi.

A determinare l’apertura dell’inchiesta è stata la denuncia di un’inquilina di un sesto condominio, rispetto ai cinque che già si erano mobilitati presentando ricorsi d’urgenza per la consegna di documentazione dopo che avevano deciso di toglierle l’incarico e affidarlo a un nuovo amministratore.

La donna, infatti, si sarebbe a lungo rifiutata di consegnare tutta la documentazione relativa alla sua gestione dei condomini. Gli inquilini erano stati costretti a rivolgersi alla giustizia per avere quanto necessario al nuovo amministratore per controllare la situazione. Erano stati i giudici civili Matteo Marini e Luciano Varotti a esprimersi con una sentenza che ordinava, finalmente, alla Bussi di consegnare tutta quella documentazione. E anche di pagare una multa di 10mila euro.

Sulla vicenda sono in corso da tempo accertamenti da parte della Guardia di finanza, che avrebbe già fatto visita agli uffici della società. Perchè il punto è: quei documenti mettono in luce una gestione “problematica” dei conti dei condomini?
Santina Bussi, ieri più volte contattata alla Gazzetta nei suoi uffici, per ora non si è fatta trovare.

Di certo, la vicenda che accende i riflettori su Castelnovo Monti e sull’amministratrice di condomini – una delle principali nella zona della montagna, tanto che era arrivata a contare oltre 130 edifici amministrati – sta a cuore a numerosi cittadini, che si sono fidati della sua gestione. E che ora attendono risposte dall’inchiesta.

http://gazzettadireggio.gelocal.it/regg … refresh_ce

 

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi