Go to Top

Sanzioni

Sanzioni

Sono previste sanzioni da € 500 a € 3.000 per il proprietario, il conduttore dell’ unità immobiliare e per l’ amministratore in carica oppure, se nominato, per il terzo responsabile, qualora il soggetto responsabile non ottemperi a quanto stabilito dall’ articolo 7 del Dlvo 192/2005, ossia non esercitino e non mantengano in esercizio gli impianti secondo la normativa vigente (Articolo 14, comma 5, lettera i).

Sono previste sanzioni da € 516 a € 2.582 per il proprietario, il conduttore dell’ unità immobiliare e per l’ amministratore o, se nominato, per il terzo responsabile, qualora non ottemperino a quanto stabilito dall’ articolo 31, comma 1 e secondo, legge 9/1/1991 n. 10, ossia non adottino le misure necessarie per contenere i consumi di energia entro i limiti di rendimento previsti dalla normativa vigente, o non conducano gli impianti e non dispongano tutte le operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria, secondo le prescrizioni Uni e Cei.

In caso i soggetti responsabili sottoscrivano un contratto relativo alla fornitura di energia e alla conduzione degli impianti contenenti clausole contrastanti con quelle contenute nella legge 9/01/1991 n. 10, il contratto è da ritenersi nullo (come previsto dall’ articolo 31 comma 4, della legge n. 10/1991), e le parti contraenti sono sanzionate con la sanzione amministrativa pari ad un terzo dell’ importo del contratto sottoscritto, fatta salva la nullità del contratto medesimo (vedi art. 14, comma quinto, lettera K).

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi