Go to Top

Soldi spariti, è guerra tra condominii

Soldi spariti, è guerra tra condominii

Nelle casse di un condominio di corso Mazzini sarebbero state utilizzate da un amministratore per riversarvi fondi provenienti dalla “cassa” di altri condomini: è lo scenario aperto dal contenzioso avviato da una dozzina di residenti di una palazzina in zona Pratello che chiedono agli inquilini di corso Mazzini la restituzione di circa 6mila euro.

Dopo aver scoperto, nell’autunno del 2012, un “buco” nel conto che avrebbe dovuto essere gestito dall’amministratore F.V., i condomini hanno dovuto far fronte a spese varie per 10mila euro, che non risultavano onorate, ma hanno anche scoperto tre assegni passati dal conto del loro condominio a quello del condominio di corso Mazzini.

E per questo, dopo aver rimesso mano al portafogli per saldare gli arretrati di spese che avevano già pagato, hanno dato mandato a un legale, Fabio Daprati di Lodi, di chiedere all’altro condominio la restituzione di quella somma. Ora l’accordo sembra vicino, con il condominio di corso Mazzini pronto a restituire il 50 per cento. «Se gli inquilini non saranno soddisfatti dell’esito di questo accordo stragiudiziale, sarà necessario fare causa a quel condominio – spiega l’avvocato – ma l’esito è incerto perché un giudice potrebbe decidere che la responsabilità civile non è dei condomini che si sono trovati quei soldi sul conto condominiale, senza ovviamente averceli messi loro, ma di altri, ad esempio dell’amministratore».

Perché risulta che l’amministratore dei due palazzi fosse lo stesso e i condomini del Pratello lo hanno anche querelato perché un magistrato gli chieda conto dei fornitori non pagati e delle somme “dirottate“ dal loro condominio all’altro. Cosa sia seguito a questa e ad altre querele scattate ormai più di un anno fa per fatti simili però non trapela: la procura della Repubblica non ha ancora notificato avvisi relativi alle indagini, è però assodato che dopo un condominio di viale Italia rimasto al freddo per il gas non pagato e conti che non tornavano in altri condomini di Lodi, un amministratore aveva lasciato incarichi e chiesto a un avvocato di assisterlo.
http://www.ilcittadino.it/p/notizie/cro … minii.html

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi