Go to Top

Regolamento di condominio e rumori molesti

Regolamento di condominio e rumori molesti

Il regolamento di condomìnio può prevedere per le immissioni delle limitazioni più rigorose di quelle stabilite dal codice civile, anche stabilendo il divieto di usi ritenuti incompatibili con l’ interesse dei condòmini.

Questi divieti sono a volte formulati mediante l’ esatta elencazione delle attività che si intende precludere, oppure con la generica indicazione dei pregiudizi che si vogliono evitare; il tutto però va espresso senza possibilità di incertezze interpretative.

Ad esempio, nel vietare di adibire l’ immobile a dancing o ristorante è evidente la volontà dei condòmini di evitare il disturbo dell’ intera collettività condominiale.

Per essere validi, questi vincoli devono però essere previsti nel titolo di acquisto o nel regolamento contrattuale (o approvato all’ unanimità), nonchè essere trascritti o comunque portati a conoscenza dell’ acquirente il quale nell’ atto di compravendita dichiari di averne presi visione e di accettare il regolamento in ogni sua parte.

Quindi, se il regolamento vieta lo svolgimento di determinate attività nel condomìnio e contestualmente pone limitazioni maggiori di quelle desumibili dal dettato dell’ articolo 844 del Codice Civile, non occorre più accertare se l’ attività vietata sia fonte di immissioni "intollerabili".

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi