Go to Top

Prorogatio imperii

Nozione

La questione che si riferisce ai poteri dell’ amministratore, anche se cessato dalla carica per scadenza del termine (ex art. 1129 del Codice Civile), è risolta con la cosiddetta "prorogatio imperii".
Pertanto, fino a quando non viene nominato un altro amministratore che quindi sostituisce quello revocato, quest’ ultimo continua ad esercitare i suoi poteri (Cassazione Civile, 24 gennaio 1994, n. 705, Appello Milano 23 dicembre 2003, la quale aggiunge che la proroga dei poteri si ha "salvo espresso dissenso dei condòmini").

Amministratore dimissionario

L’ amministratore dimissionario rimane in carica per prorogazio, sino a che venga sostituito con un altro amministratore.
Ove si voglia far convocare l’ assemblea, è necessario fare ricorso alla disposizione di cui all’ articolo 66 delle disposizioni attuative del Codice Civile, per il quale "l’ assemblea, oltre che annualmente in via ordinaria, può essere convocata in via straordinaria dall’ amministratore, quando questi lo ritenga necessario, o quando ne sia fatta richiesta da almeno due condòmini che rappresentino almeno un sesto del valore dell’ edificio.
Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i condòmini richiedenti potranno provvedere direttamente alla convocazione".

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi