Go to Top

Ennesima condanna per l’amministratore infedele

Ennesima condanna per l’amministratore infedele
Un anno e mezzo a Leonardo Sangiorgi per la vicenda del condominio Corallo

Ormai si fatica a contare le condanne subite da Leonardo Sangiorgi, l’amministratore infedele ormai irreperibile che ha lasciato in panne decine e decine di condòmini i cui interessi era deputato a proteggere.

Sangiorgi era finito nei registri della cancelleria del tribunale già nel marzo 2011 per una condanna a 2 anni e 8 mesi per la vicenda dello stabile “Savonuzzi” di via Bologna, poi il mese dopo per una pena di 6 mesi per un ammanco della contabilità del condominio di via Giovanni XXIII, quindi per i due anni comminatigli per il condominio “Ducale”. E ora, ultima in ordine di tempo, arriva la conclusione a lui sfavorevole per la vicenda del condominio “Corallo”, in via Olimpia Morata.

Sangiorgi (difeso d’ufficio dall’avvocato Clara Moretti) aveva ricevuto dagli ignari condomini – parti civili assistite dagli avvocati Bicocchi e Pesaro – 2950 euro per ognuno di loro. C’è anche chi gli diede il doppio, perché proprietario di due “fette” dello stabile che necessitava di manutenzione straordinaria. E che si trovò in pratica a pagare il quadruplo una volta scoperto che Sangiorgi non aveva mai pagato al ditta esecutrice.

Loro, i condomini, lo appresero dal decreto ingiuntivo della ditta edile che il loro amministratore non aveva mai consegnato il denaro affidatogli per quel restyling urgente dell’edifico. E lo stesso vale per le bollette. Il tutto per circa 10mila euro.
http://www.estense.com/?p=384336

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi