Go to Top

Bonus 36%; decide la fattura

Bonus 36% decide la fattura

Cambio di abitudini riguardante la detrazione IRPEF del 36/41%.
Le istruzioni del modello Unico chiariscono una modalità di applicazione dello sconto che si basa sulla data della fattura, e modifica i comportamenti finora adottati.

La questione riguarda chi ha eseguito opere nel corso del 2006 con attenzione specifica per la data 1 ottobre.
Infatti per le spese affrontate dal 1 gennaio al 30 settembre 2006, si ha diritto alla detrazione del 41%, con IVA sulle fatture al 20% (per le opere di manutenzione straordinaria e ordinaria).
Sulle opere svolte dal 1 ottobre al 31 dicembre, la detrazione fiscale cala al 36%,e l’ IVA sulle fatture diminuisce anch’ essa al 10%.

Si pone il problema di individuare il criterio per determinare la data di variazione delle agevolazioni fiscali.

Si si facesse riferimento alle interpretazioni finora valide, la data di passaggio avrebbe dovuto essere:

Per la detrazione, la data in cui si era pagato il bonifico bancario o postale (e non la data della fattura);

Per la fattura, la data della fattura stessa.

Le istruzioni del modello 730 per il 2007 danno valore SOLO alla data della fattura.

Affermano che, nella colonna 2 prevista soltanto per le spese sostenute nel 2006, va indicato il "codice 1" se le spese sono relative a fatture emesse dal 1 gennaio al 30 settembre 2006, oppure il "codice 2" se le spese sono relative a fatture emesse dal 1 ottobre 2006 e a fattura emesse in data antecedente al 1° gennaio 2006.

Anche le istruzioni del modello UNICO ribadiscono lo stesso concetto, con l’unica differenza che il modello dedica quattro righi (Da RP 27 a RP 30), alle spese "sostenute nel 2006 relative a fatture emesse dal 1° gennaio al 30 settembre 2006" e altri quattro righi (Dal RP31 a RP34) alle "spese sostenute nel 2006 relative a fatture emesse dal 1 ottobre 2006".

Una simile interpretazione trova sostegno nella circolare dell’ Agenzia delle Entrate n. 28 del 4 agosto 2006, dove si affermava che "la detrazione dall’ Irpef nella misura del 41% può essere fruita solo ed esclusivamente in corrispondenza di lavori fatturati con aliquota del 20 per cento".

Coerentemente, per i lavori fatturati con aliquota del 10% dovrà essere applicata la detrazione dall’ IRPEF nella misura del 36%.

Somme in sospeso

L’ indicazione operativa che si ricava dalle istruzioni del modello unico lascia dei punti critici.
Infatti, un contribuente con fattura emessa nel corso del 2006, che è stata però pagata solo nel 2007, potrebbe pensare che già da quest’ anno sarà possibile applicare la detrazione.
Il che è evidentemente errato, poichè la legge istitutiva della detrazione consente l’ agevolazione soltanto per le spese "effettivamente" sostenute nell’ anno di competenza.

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi