Go to Top

Apropriazione indebita, ex amministratore rinviato a giudizi

Apropriazione indebita, ex amministratore di condominio rinviato a giudizio

Genova – Un ex amministratore di condominio genovese, Massimo Griotti, è stato rinviato a giudizio dal gup Carla Pastorini perché accusato di essersi appropriato di circa un milione e 600 mila euro, denaro che gli era stato affidato dai condomini dei 18 palazzi che amministrava a Genova.

Griotti è accusato di appropriazione indebita. Il processo è previsto il 15 aprile. Secondo l’accusa Griotti, difeso dall’avvocato Piergiovanni Iunca, dal 2007 al 2013 si sarebbe appropriato del denaro destinato alle spese di amministrazione ordinarie e straordinarie.

Tutto era nato dopo l’esposto di alcuni condomini che si erano resi conto che c’era qualche problema in occasione, ad esempio, del distacco delle utenze per morosità. Le indagini della Guardia di finanza sono state coordinate dal pm Patrizia Ciccarese. Numerose le parti civili.

Ecco nel dettaglio nel dettaglio i caseggiati prosciugati, (e poi rimessi in sesto da nuovi amministratori): Salita Giusti 9 (zona Nunziata), Via Magnaghi 1 e 3 (Foce), Mura del Prato 2 (Carignano), Via Bobbio 2 (Marassi), salita Santa Brigida 4, 6 e 8 (centro storico), viale Aspromonte 7 (Carignano), via Carlo Barabino 13 (Albaro), via Isonzo 7 (Sturla), via Rodi 18 (Albaro), corso Aurelio Saffi 1B e 1C, viale Ansaldo 6 (Marassi), via Gorizia 5 (Sturla), via Piacenza 5 A (Molassana), via Piave 20 C (Albaro), Lungobisagno d’Istria 8 (Staglieno), via Cocito 9 e 11 (Albaro), via Montenero 8 (Marassi).
http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2015 … tore.shtml

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi