Go to Top

Apertura di un conto corrente

Nozione

L’ assemblea può deliberare l’ apertura di un conto corrente intestato al condomìnio.
In questo caso l’ amministratore delegato per le funzioni amministrative e finanziarie, ha l’ obbligo di aprire il conto corrente, nei modi e termini stabiliti dall’ assemblea.

E’ opportuno e necessario che esista il conto corrente intestato all’ ente di gestione.
E’ altresì opportuno che l’ ente si doti di procedure efficienti ed efficaci per quadrare il saldo del conto corrente bancario con le risorse finanziarie complessive e con i fondi finanziari di proprietà comune.

L’ esistenza del conto corrente GARANTISCE i terzi sulle date e gli importi in entrata e in uscita.

Buona regola è stabilire come unico mezzo di pagamento il BONIFICO BANCARIO.

Oggi, se si utilizza il remote banking, i costi di gestione del bonifico sono convenientissimi. Inoltre garantiscono la tracciabilità dell’ uscita.

Con questa semplice regola (Obbligo di utilizzo del bonifico per tutti i pagamenti) il controllo della gestione finanziaria diventa molto più semplice.

Affidamento della gestione finanziaria a terzi

L’ assemblea può validamente deliberare di affidare la gesione finanziaria a terzi (o esclusivamente, o in collaborazione con l’ amministratore) con il voto favorevole della metà + 1 degli intervenuti, in rappresentanza di almeno 500 millesimi di proprietà.

Il terzo può essere un condòmino o un professionista.

La Community AziendaCondominio sconsiglia di affidare la gestione finanziaria in collaborazione, poichè è opportuno separare bene le funzioni aziendali.

E’ possibile invece affidare solo la gestione amministrativa e finanziaria ad un professionista (Ragioniere), con la regola di subordinare i bonifici ad una autorizzazione da parte dell’ amministratore.

In questo modo il carico di lavoro dell’ amministratore risulterebbe molto più alleggerito, e la sua attività si potrebbe specializzare dal punto di vista tecnico e organizzativo.

Un condòmino, con l’ aiuto esterno dello STAFF AZIENDACONDOMINIO e del FORUM, potrebbe benissimo essere in grado di svolgere questo lavoro a titolo gratuito, magari in collaborazione con il consiglio di condomìnio.

Per i fabbricati complessi dal punto di vista tecnico, è invece opportuno cercare un geometra o un ingegnere.

Lascia un commento

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi