Art. 1117 CC, norma soppressa

Questioni connesse all' amministrazione condominiale e ai rapporti con l' amministratore di condominio; Consulenza per la gestione amministrativa, fiscale, tecnica e organizzativa delle comunità residenziali che abitano in condominio

Mondo condominio on line, Servizi di gestione condominiale, Associazioni piccoli proprietari, Comunità residenziali on line, Software di gestione condominiale, Compro, vendo, affitto case, Casa on line, Associazioni e servizi per amministratori di condominio, Edilizia e impianti on line, Appalti, Sicurezza on line, Arredamento, Sitoteca - Portale del condominio

Moderatore: grandeindio

Regole del forum
Consulenza condominiale, articoli su normativa condominiale e gestione tecnica delle parti comuni.

Art. 1117 CC, norma soppressa

Messaggioda Antonio Azzaretto » 29 set 2009, 16:01

Art. 1117 – (Norma soppressa)

Norma soppressa

Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari dei diversi piani o porzioni di piani di un edificio, se il contrario non risulta dal titolo:

1) il suolo su cui sorge l'edificio, le fondazioni, i muri maestri, i tetti e i lastrici solari, le scale, i portoni d'ingresso, i vestiboli, gli anditi, i portici, i cortili e in genere tutte le parti dell'edificio necessarie all'uso comune;

2) i locali per la portineria e per l'alloggio del portiere, per la lavanderia, per il riscaldamento centrale, per gli stenditoi e per altri simili servizi in comune;

3) le opere, le installazioni, i manufatti di qualunque genere che servono all'uso e al godimento comune, come gli ascensori, i pozzi, le cisterne, gli acquedotti e inoltre le fognature e i canali di scarico, gli impianti per l'acqua, per il gas, per l'energia elettrica, per il riscaldamento e simili fino al punto di diramazione degli impianti ai locali di proprietà esclusiva dei singoli condomini.


Proposta 24/02/10 disegni di legge nn. 71, 355, 399, 1119, 1283

«Art. 1117. – (Parti comuni dell'edificio).– Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari delle singole unità immobiliari dell'edificio, se non risulta il contrario dal titolo, che a pena di nullità deve indicarne l'ulteriore destinazione d'uso:

1) tutte le parti dell'edificio destinate all'utilità comune, quali il suolo su cui sorge l'edificio, le fondazioni, i muri maestri, i tetti e i lastrici solari, le scale, i portoni di ingresso, i vestiboli, gli anditi, i portici, i cortili e le facciate;

2) le aree destinate a parcheggio nonché i locali per i servizi in comune, quali la portineria, incluso l'alloggio del portiere, la lavanderia, gli stenditoi, gli impianti centralizzati;

3) le opere, le installazioni, i manufatti di qualunque genere che servono all'uso e al godimento comune, quali gli ascensori, i pozzi, le cisterne, gli impianti idrici e fognari, i sistemi centralizzati di distribuzione e di trasmissione per il gas, per l'energia elettrica, per il riscaldamento ed il condizionamento dell'aria, per le telecomunicazioni, per la ricezione radiotelevisiva e per l'accesso a qualunque altro genere di flusso informativo, anche da satellite o via cavo, e i relativi collegamenti fino al punto di diramazione ai locali di proprietà individuale dei singoli condomini, ovvero, in caso di impianti unitari, fino al punto di utenza, salvo quanto disposto dalle normative di settore in materia di reti pubbliche».


Vecchia proposta disegni di legge nn. 71, 355, 399, 1119, 1283

Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari delle singole unità immobiliari dell'edificio, se non risulta il contrario dal titolo:

1) tutte le parti dell'edificio necessarie all'uso comune, quali il suolo su cui sorge l'edificio, le fondazioni, i muri maestri, i tetti e i lastrici solari, le scale, i portoni di ingresso, i vestiboli, gli anditi, i portici, i cortili e le facciate, incluso l'insieme degli elementi architettonici e decorativi dei balconi;

2) le aree destinate a parcheggio nonchè i locali per i servizi in comune, quali la portineria, incluso l'alloggio del portiere, la sala per le riunioni di condominio, la lavanderia, gli stenditoi, gli impianti centralizzati;

3) le opere, le installazioni, i manufatti di qualunque genere che servono all'uso e al godimento comune, quali gli ascensori, i pozzi, le cisterne, gli impianti idrici e fognari, i sistemi centralizzati di distribuzione e di trasmissione per il gas, per l'energia elettrica, per il riscaldamento ed il condizionamento dell'aria, per le telecomunicazioni e simili, fino al punto di diramazione ai locali di proprietà esclusiva dei singoli condomini» .
Antonio Azzaretto
AMMINISTRATORE AziendaCondomìnio
AMMINISTRATORE AziendaCondomìnio
 
Messaggi: 599
Iscritto il: 3 gen 2006, 16:37
Località: Milano

Note della Community, CondoDizionario

Messaggioda grandeindio » 1 ott 2009, 16:22

Note della Community, CondoDizionario


Note della Community

Orti invece di giardini condominiali


CondoDizionario

Parti comuni
Parti comuni a più di un condomìnio
Avatar utente
grandeindio
Team Studio Azzaretto
 
Messaggi: 16215
Iscritto il: 3 gen 2006, 7:41
Località: Bresso (Mi), Via Papa Giovanni XXIII n. 43 F2


Torna a Economia e Normativa condominiale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron